Le Smart TV di Samsung si comandano con gesti e parole

I nuovi Smart TV LED e Plasma Samsung ridefiniscono l'interazione con la TV: l'accesso ai contenuti, oltre che tramite il classico telecomando, può avvenire anche tramite voce e gesti. Abbiamo visto in azione l'ES8000.

Samsung ha presentato oggi in Italia la sua nuova linea di SMART TV 2012, caratterizzata soprattutto dalle innovative possibilità di gestione dei contenuti. A fianco del classico telecomando, infatti, i nuovi schermi si possono controllare anche tramite comandi vocali e/o gesti.

È quello che passa sotto il nome di Smart Interaction. Tra le possibilità offerte, quella di accendere o spegnere la TV, di ricercare contenuti all'interno del web browser, navigare e selezionare un link o un contenuto.

Abbiamo avuto modo di vedere i nuovi schermi, e possiamo dire che l'interazione tramite gesti (grazie alla camera integrata nella cornice) funziona piuttosto bene: l'interfaccia si attiva con poche incertezze e si dimostra pratica da usare fin dalle prime battute.

L'interazione vocale, più critica, è invece penalizzata dai diversi possibili stili di pronuncia e dal rumore ambientale, come del resto avviene normalmente per altri dispositivi a riconoscimento vocale. Ciò nonostante, può rivelarsi un utile "backup" laddove i gesti sono meno efficaci (ambienti poco illuminati).

Le Smart TV Samsung si fondano poi su due ulteriori pilastri: Smart Content e Smart Ecosystem. Il primo è costituito dalle Samsung Apps, a oggi 363 di cui 305 internazionali e 58 nazionali.

Ciò che Samsung chiama Smart Ecosystem, invece, è la possibilità offerta da diversi dispositivi (principalmente Samsung, ma non solo) di comunicare tra loro. Ad esempio, è possibile attivare la videocamera integrata per sorvegliare l'ambiente dallo smartphone, o impostare - sempre da smartphone - la registrazione di un programma. 

E ancora, abbiamo le già note funzioni Second TV che trasformano i Galaxy in schermi ausiliari su cui replicare il contenuto dello schermo televisivo o su cui visualizzare una fonte differente. Infine, Samsung porta la TV sul cloud attraverso la novità "AllShare Play", che consente di condividere e caricare contenuti multimediali tramite qualsiasi dispositivo -  smartphone, tablet, fotocamere Wi-Fi e PC - indipendentemente dalla propria posizione interna o esterna alla casa.

Alcuni nuovi servizi esclusivi:

Family Story, ovvero un album che consente agli utenti di organizzare foto e vedere divertenti slide show sul grande schermo. I membri della famiglia possono inoltre inviare messaggi e memo su una bacheca virtuale via smartphone, tablet e PC.

Fitness, che permette ai consumatori di collegarsi dal proprio Smart TV Samsung a uno smartphone attraverso l'applicazione Noom e gestire via Wi-Fi la propria forma fisica e gli obiettivi di fitness. La web cam integrata permette di ricreare uno specchio virtuale che replica attività ed esercizi e supporta la corretta esecuzione.

Kids, che offre informazioni e giochi attraverso un'interfaccia studiata appositamente per i bambini.

Fiore all'occhiello della nuova linea è il LED ES8000, annunciato a CES 2012 e ora effettivamente disponibile. Funzioni 3D, CPU dual core (che dalle prime battute sembra conferire reattività all'interfaccia gesture), design accattivante e, soprattutto, l'innovativo modulo Evolution, che permetterà, in futuro, di aggiornare il prodotto senza sostituirlo. È infatti opinione dei più - Samsung compresa - che nel prossimo futuro non assisteremo tanto a sconvolgimenti tecnologici epocali, quanto ad evoluzioni dell'ambiente software.

Di questo modello sono previsti al momento tre dimensioni: 40 pollici a poco meno di 1600 euro, 46 pollici a poco meno di 2000, e 55 pollici a poco meno di 2900 euro. Previsto nell'immediato futuro, probabilmente in tempo per i grandi eventi sportivi estivi, anche la versione da 65 pollici. Per questo modello non è evidentemente ancora stato fissato il prezzo, ma la cifra richiesta non dovrebbe scostarsi troppo dai 4000 euro.