Max Payne 3 su PC con DirectX 11 e 3D, non è un porting

Rockstar assicura che Max Payne 3 per PC supporterà le DirectX 11 e la stereoscopia 3D. Nonostante questo, sarà giocabile su PC anche non molto recenti. La software house assicura che non si tratterà di un porting, ma di un gioco che sul PC darà il meglio. Speriamo!

La versione PC di Max Payne 3 supporterà DirectX 11 e stereoscopia 3D. Rockstar ha dichiarato che non si tratterà di un porting da console e perciò sarà graficamente superiore a tutte le altre edizioni.

"Siamo orgogliosi di dire che Max Payne 3 supporterà le caratteristiche delle DirectX 11, inclusa la tessellation. Tutto questo significa avere un frame rate più elevato, maggiore fedeltà visiva, controlli precisi con mouse e tastiera, una suite completa di impostazioni grafiche e controlli personalizzabili, oltre a una funzione 3D opzionale che restituirà un maggior coinvolgimento nel gioco".

Chi possiede una configurazione hardware recente potrà godersi il gioco al massimo dei dettagli, mentre anche chi possiede computer desktop meno potente dovrà rinunciare a qualche cosa, ma Rockstar assicura che il gioco girerà bene.

Max Payne 3 è il primo capitolo realizzato da Rockstar Games, mentre i due precedenti titoli sono farina del sacco di Remedy Entertainment. Due giochi che a nostro giudizio sono pietre miliari della storia del settore. Max Payne 3 cambia totalmente località, passando da New York al Brasile e anche la trama segue binari differenti.

Prendetelo come una sorta di "reboot" della serie e non come un seguito diretto, perché altrimenti c'è il rischio di rimanere delusi: i fumetti che tanto piacevano, lasciano spazio alle classiche scene d'intermezzo realizzate con il motore del gioco, e l'atmosfera noir sembrerebbe venire meno, o almeno essere meno centrale. Cambiamenti che potrebbero spaventare i fan più appassionati, ma che Rockstar promette ci daranno nuove emozioni. Speriamo.

Il terzo capitolo appare come un mix tra i film della malavita e un percorso nell'inferno psicologico di Max, ormai privo di scrupoli e sempre più senz'anima. In questo episodio tutto ruota attorno al rapimento della moglie dell'imprenditore Rodrigo Branco, Fabiana, che era sotto la protezione di Max. E sarà proprio Max che dovrà andare a riprendersela, affrontando polizia e bande armate.

Pistole in pugno, Bullet Time e DirectX 11. Gli ingredienti per un successo ci sono tutti, ma per scoprire se il "piatto" ci piacerà dovremo attendere il 18 maggio per quanto riguarda PlayStation 3 e Xbox 360 e il primo giugno per giocarlo su PC.