Microsoft compra SwiftKey, non una semplice tastiera

Con un esborso di 250 milioni di dollari Microsoft ha acquisito SwiftKey, azienda che realizza la popolare tastiera per iOS e Android. L'obiettivo non è l'app in sé, bensì tutto ciò che vi sta dietro.

Microsoft ha acquisito SwiftKey, azienda che realizza la popolare tastiera predittiva per iOS e Android. Secondo il Financial Times la casa di Redmond avrebbe sborsato 250 milioni dollari. L'accordo sarà annunciato prossimamente, questione di ore o pochi giorni. A ogni modo, è fatto.

La tastiera SwiftKey è presente su 300 milioni di dispositivi mobile e supporta 89 lingue. L'azienda, in passato, ha collaborato con OnePlus, Samsung e Xiaomi e nel 2013 ha ricevuto finanziamenti per oltre 20 milioni di dollari da investitori quali Accel Partners, Index Ventures e Octopus Investments. Nel 2008 SwiftKey ha aperto uffici a Londra, San Francisco e Seoul.

switftkey

Secondo il quotidiano finanziario gran parte degli oltre 150 dipendenti di SwiftKey si unirà a Microsoft Research. D'altronde Microsoft non ha comprato per 250 milioni una semplice tastiera virtuale, bensì ha acquisito gli algoritmi, l'intelligenza artificiale e le competenze che vi sono dietro. Microsoft, inoltre, ha dato dimostrazione con Word Flow di poter realizzare una tastiera ottima, se non migliore rispetto alla concorrenza.

Di recente SwiftKey ha pubblicato su Android una tastiera che usa reti neurali piuttosto che algoritmi standard per predire le parole che saranno scritte. Si chiama SwiftKey Neural Alpha. Ed è probabilmente su questa ricerca che Microsoft ha puntato gli occhi, con l'effetto secondario di aggiungere un'altra grande app al suo carnet di soluzioni multipiattaforma.

L'acquisizione di SwiftKey è solo l'ultima di una serie per Microsoft nel mondo delle app: tra le altre acquisizioni troviamo Acompli, MileIQ, Sunrise, e Wunderlist.

Microsoft Lumia 535 Microsoft Lumia 535
  

Offerte, contest e news in anteprima sulla pagina Facebook di Tom's Hardware. Diventa nostro fan!