Parlare alla TV Panasonic non è da pazzi, presto risponderà

Panasonic ha già annunciato l'intenzione di dotare i suoi televisori di un sistema di riconoscimento vocale che consentirà di parlare. Ora, invece, annuncia un progetto - per ora solo nel Regno Unito - di sintesi vocale che consentirà al televisore di rispondere.

Secondo The Verge, la gamma 2012 di TV Panasonic Viera (LCD e plasma) offrirà funzioni di assistenza vocale, con lo scopo di aiutare le persone con deficit visivi e/o poco avvezze alla tecnologia a fruire dell'interfaccia utente. 

Il sistema è stato messo a punto con la collaborazione del Royal British National Institute for Blind People (RNIB), istituto specializzato in materia di accessibilità, e utilizza un motore di sintesi vocale per descrivere gli elementi selezionati al momento e fornire istruzioni su come navigare nei menu.

Secondo Fazilet Hadi del RNIB, "televisori con interfacce vocali migliorano enormemente l'esperienza televisiva per chi soffre di disturbi visivi". Non stentiamo a crederlo. Il progetto è stato annunciato inizialmente dalla radio InSight del RNIB. Il sistema, purtroppo, è disponibile solo nel Regno Unito per il momento, ma se l'esperimento andrà a buon fine Panasonic prevede di estenderlo ad altri mercati.

Non si tratta però solo di riproduzione vocale. Il mese scorso, sempre Panasonic ha annunciato il supporto della tecnologia Nuance Dragon di riconoscimento vocale, che consentirà all'utente di interfacciarsi con la sua TV in linguaggio naturale. L'interfaccia vocale permetterà di cambiare canale, regolare il volume e altro ancora. Così le prossime TV Viera potranno letteralmente dialogare con l'utente.