Predator torna al cinema nel 2018: reboot o sequel?

Uno degli alieni più iconici della storia del cinema sta per tornare sul grande schermo: la 20th Century Fox infatti ha ufficializzato il 2 marzo 2018 come data d'esordio al cinema del nuovo film. Scritto e diretto da Shane Black (Iron Man 3), sarà una via di mezzo tra sequel e reboot.

Il franchise di Predator avrà presto un nuovo episodio: la 20th Century Fox infatti ha ufficializzato oggi la data dell'esordio cinematografico del nuovo episodio, 2 marzo 2018.

Nome e data a parte però quello che davvero interessa ai fan è: il nuovo titolo sarà all'altezza dell'originale del 1987? Ovviamente non possiamo ancora saperlo, mancano due anni all'arrivo nelle sale, ma la sceneggiatura è già pronta e alcuni dettagli sono già emersi, ecco quindi tre aspetti su cui riflettere e che a seconda dei punti di vista vi porteranno a temere o a desiderare quest'ennesima operazione di rilancio.

Reboot, sequel, creative refresh? Semplicemente The Predator

Iniziamo dall'aspetto più importante: di che si tratta? Nell'ultimo decennio o giù di lì, Hollywood ci ha abituati alla moda dei reboot, non sempre con risultati apprezzabili, o addirittura di prequel e sequel di film di culto, come nel caso di Alien o Blade Runner. Si tratta di ipotesi che solitamente fanno accapponare la pelle ai fan dei film originali, che temono la fregatura dietro l'operazione meramente commerciale.  

predator 4

Sarà questo il caso? Al momento non è chiaro. Dalle dichiarazioni piuttosto vaghe dei produttori sembra di capire che si tratti di un'operazione più simile a quella fatta recentemente su Mad Max: né sequel né reboot in senso stretto, ma una rivisitazione creativa del franchise, che affronta gli aspetti topici del film da un nuovo punto di vista, cercando di restituire freschezza a un prodotto datato.

Il nuovo film, che a quanto pare si chiamerà semplicemente The Predator, dovrebbe fare proprio questo, non è chiaro dunque se si inserirà in qualche modo nel continuum creato da Predator (1987), Predator 2 (1990) e Predators del 2010, senza contare i due crossover del 2004 e 2007, Alien Vs. Predator e Alien Vs. Predator 2.

Regista e sceneggiatore: una garanzia, sì ma di cosa?

L'altro aspetto fondamentale in operazioni di questo tipo riguarda la parte realizzativa, vale a dire chi ha scritto la sceneggiatura e chi dirigerà il film. Questo di The Predator si sa già, ma i nomi suscitano perplessità, gettando luci e ombre sulla riuscita del film.

Predator 91

Lo sceneggiatore infatti è Fred Dekker, che ha anche scritto assieme a Frank Miller e diretto il non esattamente riuscito Robocop 3 del 1993 e due B-Movie cult come Dimensione Terrore e Scuola di Mostri, non proprio una garanzia insomma.

Un po' meglio, ma non di molto, va col regista e co-sceneggiatore, Shane Black, già attore nel primo storico Predator, che ha anche scritto e diretto l'ottimo Iron Man 3. Peccato che nel suo curriculum di sceneggiatore ci siano anche titoli decisamente meno riusciti come Arma Letale 2, L'ultimo Boy Scout e Last Action Hero.

Il cast sarà tutto nuovo

predator

Infine il cast, altro elemento fondamentale per titoli di questo tipo. In realtà non se ne sa niente, tranne che i vari Adrien Brody, Danny Trejo, Alice Braga, Walton Goggins, Laurence Fishburne etc. che hanno partecipato all'ultimo Predators del 2009 non saranno della partita. Purtroppo mancherà anche Arnold Schwarzenegger, unico elemento di interesse nel deludente Terminator Genisys: che si tratti di un presagio di ciò che accadrà anche a The Predator?