Private Cloud più semplice con SUSE OpenStack Cloud 6

SUSE OpenStack Cloud 6 e i nuovi programmi di formazione OpenStack semplificano i private cloud e affrontano il problema della carenza di competenze

SUSE ha annunciato la disponibilità di SUSE OpenStack Cloud 6, una tecnologia con cui la società si è proposta di permettere di creare la componente infrastrutturale  di un Private Cloud riducendone l'impatto sul personale e sulle risorse IT.

Basata sulla release Liberty di OpenStack, SUSE OpenStack Cloud 6 affronta gli aspetti legati all'alta disponibilità, permette di passare alle nuove release senza fermare i sistemi e supporta Docker e i mainframe IBM z System per facilitare la migrazione sul cloud dei dati e delle applicazioni business-critical.

Suse  logo
E' disponibile SUSE OpenStack Cloud 6

SUSE ha inoltre messo a punto nuovi programmi di formazione e certificazione specifici per il deployment e la gestione di cloud privati basati su OpenStack.

"Il mercato ha capito come gli approcci fai-da-te ai private cloud siano troppo onerosi in termini di tempo e di denaro, oltre che particolarmente soggetti a malfunzionamenti", ha dichiarato Nils Brauckmann, CEO di SUSE.

Le novità di SUSE OpenStack Cloud 6 comprendono, oltre il già citato upgrade senza interruzioni dei sistemi:

  • Caratteristiche di alta disponibilità per consentire di spostare le applicazioni legacy o business-critical sui propri cloud con lo stesso grado di disponibilità delle infrastrutture più tradizionali.
  • Il supporto di IBM z/VM in aggiunta a quello degli hypervisor Xen, KVM, Hyper-V e VMware.
  • Supporto di Docker per la creazione e il deployment di nuove applicazioni containerizzate.
  • Il supporto esteso di OpenStack Manil, con accesso diretto alle performance, alla scalabilità e alle possibilità di gestione di Manila, un servizio di file system condiviso open source.
  • Il supporto di SUSE Linux Enterprise Server 12 Support Pack 1 per consentire di implementare i propri cloud OpenStack con la versione più recente della piattaforma di riferimento per i workload enterprise.

A questo si aggiungono nuovi programmi SUSE per la formazione e la certificazione su OpenStack volti ad aiutare l'allargamento della base di competenze disponibili su questa tecnologia e a supportare l'adozione delle soluzioni OpenStack.

Le novità riguardano in particolare la certificazione SUSE Certified Administrator-OpenStack (SCA-OpenStack) e un nuovo corso di formazione sul passaggio in produzione e sull'amministrazione di SUSE OpenStack Cloud che si aggiunge alle proposte di training su SUSE OpenStack Cloud già esistenti.