Raspberry Pi e Arduino insieme in un robot subacqueo

Alcuni studenti di ingegneria dell'università di Singapore hanno costruito un sottomarino autonomo partendo dal Raspberry Pi. Grazie alla webcam si muove da solo evitando gli ostacoli ed è in grado di seguire percorsi tracciati sul fondo di una piscina.

Sembra che la creatività non conosca limiti quando si parla di Raspberry Pi. L'ultima impresa in ordine di tempo è quella che ha coinvolto un gruppo di studenti di ingegneria della National University of Singapore, che ha usato il mini PC da 35 dollari per fabbricare il Coconut Pi, un veicolo sottomarino autonomo (AUV) in grado di muoversi sott'acqua.

Coconut Pi

Il Raspberry Pi svolge le attività di elaborazione più impegnative, mentre per il controllo meccanico del mezzo è stato scelto Arduino. Coconu Pi è stato sponsorizzato dal rivenditore inglese RS Components e si è classificato al terzo posto nel concorso 2013 Singapore Autonomous Underwater Vehicle Challenge.

L'AUV è stato in grado nelle dimostrazioni di identificare e seguire una linea nera sul fondo della piscina, oltre che seguire un anello giallo galleggiante in superficie. Per rilevare ed evitare ostacoli Coconut Pi si è servito di una webcam, le cui immagini venivano elaborate proprio dal Raspberry Pi.

L'AUV è inoltre dotato di giroscopi, accelerometri e magnetometri, nonché di sensori di pressione e di flusso. In origine il Coconut Pi era impermeabilizzato con un bellissimo scafo da 800 dollari, che però si è rotto una settimana prima della gara. In mancanza di fondi, è stata usata una scatola trasparente da 16 dollari che ha svolto alla perfezione il compito di isolante.