Skype mette le pubblicità nelle videochiamate su Windows

La nuova operazione commerciale di Skype prevede di visualizzare annunci nelle videochiamate, se gli utenti non hanno acquistato credito e usano Windows. Microsoft cerca d'indorare la pillola, che comunque per molti sarà dura da ingoiare.

Le videochiamante via Skype avranno la pubblicità, almeno per gli utenti che usano il programma gratuitamente e non acquistano credito regolarmente.  Lo ha fatto sapere l'azienda stessa, spiegando che almeno per ora la novità riguarderà solo gli utenti Windows.

"Le pubblicità compariranno nella finestra di chiamata", si legge sul blog di Skype, in un testo che trasuda un certo comprensibile entusiasmo per la novità. Secondo Microsoft gli annunci saranno anche uno strumento per ravvivare la chiamata, e introdurranno "temi aggiuntivi di conversazione". Nonché chiaramente un valido strumento per rendere l'applicazione VoIP un po' più redditizia.

Pubblicità su Skype

"Dovreste pensare ai Conversation Ads come a un modo che ha Skype di generare interattività divertente tra i vostri amici, familiari e i marchi che v'interessano", si legge nel post in questione. Affermazioni forse un po' eccessive per difendere una scelta che di certo piacerà a ben pochi consumatori. O forse siamo noi che manchiamo di fantasia, e fatichiamo a visualizzare una coppia d'interlocutori che s'interrompe per dire "hey, guarda un po' che bella pubblicità. Parliamo di quella, e non delle noiosità per cui ti ho chiamato!".

Le pubblicità in ogni caso non avranno audio, e Skype sostiene che saranno mostrate esclusivamente se non compromettono la qualità della chiamata. Chi non vuole vederle potrà sempre acquistare un minimo di credito Skype (si usa per chiamare telefoni fissi e cellulari, e per mandare SMS), e liberarsi degli annunci.

Skype ha pubblicato anche le nuove versioni del client per OS X e Linux, che per ora non avranno la pubblicità. Il nuovo Skype per Mac (5.8) introduce una migliore compatibilità con le versioni iOS e Android, e una migliore condivisione del desktop (c'è anche la condivisione di video, in abbonamento); vanta anche una piena compatibilità con Mountain Lion.

Skype per Linux arriva invece alla versione 4.0, con qualche ritocco all'interfaccia grafica e un generale miglioramento nella qualità delle chiamate, tanto audio quanto video.