Skyrim: lag su PS3? Bethesda non sa dove mettere le mani

Il problema del lag di Skyrim su PS3 sembrerebbe legato ai file di salvataggio, ma secondo il direttore di Fallout: New Vegas potrebbe essere strettamente collegato al motore di gioco e non sarebbe facile da risolvere. Alcuni esperti ipotizzano che sia dovuto al garbage collector, un sistema automatico...

Secondo gli sviluppatori di Fallout New Vegas i problemi di lag di Skyrim su PS3 richiederebbero un intervento radicale per essere risolti. La dichiarazione arriva direttamente da Joshua Sawyer, il direttore del noto gioco di ruolo post-apocalittico sviluppato da Obsidian per Bethesda.

Ricordiamo infatti che diversi utenti hanno riscontrato rallentamenti in Skyrim su PS3, soprattutto quando il file di salvataggio della partita supera i 5 MB, un limite che si oltrepassa facilmente andando oltre le prime decine di ore di gioco (Skyrim fa il pieno di bug su console, molto meglio su PC).

Le teorie più fantasiose ipotizzano una programmazione in lingua dei draghi alla base dei problemi di Skyrim

Secondo Sawyer, che in New Vegas ha lavorato con una tecnologia di base simile a quella usata da Bethesda in Skyrim, i problemi di lag della console di Sony sono strettamente collegati al motore di gioco.

"Più a lungo si gioca con un personaggio e più aumenteranno le minime differenze sugli oggetti del gioco (come l'equipaggiamento dei personaggi, gli oggetti sui tavoli, gli scrigni…) che saranno salvati e richiamati nella memoria. Abbiamo visto salvataggi spingersi oltre i 19 MB, che potenzialmente possono dare diversi problemi in alcune aree del gioco", dichiara Sawyer, che continua spiegando il motivo per cui gli utenti più colpiti sono quelli su PS3.

"Come in Fallout 3, i problemi di Skyrim sono più pronunciati su PS3 a causa della divisione della memoria. Xbox 360 ha 512 MB di memoria RAM unificata, che si può usare sia come memoria grafica sia di sistema. PS3 ha invece 256 MB di memoria per il sistema e 256 MB per la grafica. In totale è la stessa quantità, ma non è molto flessibile per gli sviluppatori".

Secondo Sawyer i problemi di Skyrim sarebbero dunque un inconveniente del motore del gioco, riguardante soprattutto il modo in cui i salvataggi sono archiviati e richiamati. "Stiamo parlando di come il gioco salva e recupera i dati durante le partite. Ristrutturare questo funzionamento richiederebbe un grosso impegno", sostiene il direttore di New Vegas, che tuttavia non ha alcun coinvolgimento diretto nello sviluppo di Skyrim.

Le ipotesi degli esperti del settore sostengono una teoria simile collegata alla garbage collection, vale a dire una modalità automatica di gestione dei dati che consente al motore di liberare porzioni di memoria che non servono più, o momentaneamente inutilizzate.

Il problema di fondo è che Skyrim ha un mondo di gioco "senza limiti" (o quasi), costretto a funzionare su sistemi con memoria limitata, e questo vale a prescindere dalla piattaforma usata. Ciò spiegherebbe le lamentele di alcuni utenti della versione PC del gioco, che rimanendo a corto di memoria ha cominciato a visualizzare colori normali al posto delle texture.

Secondo questa ipotesi PS3 sarebbe soltanto la più sfortunata del gruppo, visto che è la piattaforma con più vincoli sulla RAM e usa un sistema operativo più ingombrante rispetto al suo equivalente su Xbox 360. Seguendo questo filo logico avrebbe dunque senso che i problemi più evidenti si presentino sulla console di Sony. Sarebbe interessante scoprire le esperienze degli utenti Xbox 360 che hanno raggiunto una fase avanzata del gioco, perché non è da escludere che possano presentarsi problemi simili anche sulla console di Microsoft.

Bethesda non ha ancora commentato la situazione e ha soltanto detto che tratterà i prossimi aggiornamenti con cura, evitando atteggiamenti aggressivi nel cercare di risolvere problemi minori e rischiando di compromettere qualcosa di più grande.

Il sospetto è che gli sviluppatori siano al corrente del problema e che non abbiano la più pallida idea di come risolverlo. Un brutto guaio che potrebbe minare la reputazione di uno dei giochi più belli del 2011.