Sony Xperia Z5 si piega ma non si spezza nel bend test

Jerry Rig Everything ha messo le mani anche sul Sony Xperia Z5, ma in generale lo smartphone nipponico si è comportato bene, anche se il display è sembrato un po' delicato e la scocca forse un po' prona ai graffi.

Ci risiamo, l'utente di YouTube Jerry Rig Everything, che sta acquistando sempre più popolarità grazie ai suoi test di resistenza che definire estremi sarebbe un eufemismo, ha messo le mani, letteralmente, sul Sony Xperia Z5, il recente top gamma del produttore nipponico, un prodotto molto riuscito che gode anche di un'ottima fotocamera principale, come attestato anche da DxOMark, ma quando si arriva alla resistenza come si sarà comportato? Vediamolo assieme, tenendo sempre presente però che questi test empirici hanno un'affidabilità limitata, perché non analizzano le cause dei danni o della resistenza di uno smartphone rispetto all'altro, ma puntano tutto sull'impatto emotivo.  

Si parte come sempre dal test di resistenza ai graffi delle superfici, ambito nel quale lo smartphone si comporta come previsto, nel senso che lo schermo inizia a graffiarsi con materiali che nella scala di Mohs occupano il sesto livello sui dieci previsti, come accade un po' a tutti. Più fragile invece appare la copertura posteriore, che dovrebbe essere anch'essa in vetro e la lente a protezione della fotocamera, che si graffiano più facilmente. La scocca in lega di alluminio resiste alle normali chiavi di casa, ma basta un cutter per inciderla in maniera evidente.

Sony Xperia Z5 Compact 09

Male anche il display, che si rovina subito al contatto con la fiamma viva, riportando una macchia nera evidente, anche se poi di fatto continua a funzionare a dovere, ma siamo lontani dallo schermo del Lumia 950XL che nello stesso test ha resistito per quasi un minuto senza riportare alcun danno.

Arriviamo così al pezzo forte di tutti questi test, ossia quello in cui si verifica la resistenza della scocca alla piegatura. Fermo restando che in questo tipo di prove non è solo la resistenza del materiale in cui è realizzato lo chassis a contare ma anche la posizione della batteria e l'assemblaggio interno, il Sony Xperia si piega, anche abbastanza facilmente all'inizio, ma poi di fatto non si spezza e resta integra. Allo stesso modo anche lo schermo continua tranquillamente a funzionare e lo smartphone nel suo insieme resta perfettamente operativo, anche se ovviamente è irrimediabilmente rovinato. A voi stabilire se piegarsi mantenendo la propria funzionalità sia un risultato positivo o comunque negativo.