Tablet Acer Windows 8 troppo cari, meglio andarci piano

I prezzi neozelandesi dei tablet Acer con Windows 8 superano i mille dollari. Acer Italia assicura che non ci dobbiamo aspettare salassi, ma si aprono i dubbi sulle configurazioni che verranno selezionate.

I tablet con Windows 8 potrebbero costare più di quello che ci si aspetta. A far sorgere il sospetto è il listino ufficiale spifferato dai manager neozelandesi di Acer a un giornalista. 800 dollari per l'Iconia Tab W510 di fascia bassa e 1260 dollari per l'Iconia Tab W700 di fascia alta, convertiti in valuta statunitense e al netto delle tasse locali.

Oltre a pubblicare la tabella con i prezzi, Paul Spain ha registrato le dichiarazioni del manager Acer e le ha diffuse tramite podcast. L'attendibilità dell'informazione sembrerebbe quindi fuori discussioni, salvo smentite ufficiali, ma le cifre lasciano di gesso anche se si riferiscono a sistemi Windows 8, quindi alla fascia alta dell'offerta.

Acer Iconia Tab W700

Prima di allarmare i lettori abbiamo contattato Acer Italia per sapere se davvero dobbiamo aspettarci un salasso simile, o meglio una quotazione probabilmente fuori mercato considerati i prezzi annunciati da Ballmer per Surface.

I manager italiani hanno precisato che la produzione è in ritardo quindi i listini europei al momento non sono ancora in discussione, ma una certezza c'è: i tablet non costeranno quelle cifre, perché in Europa i prezzi saranno "allineati al mercato".

L'indicazione è generica e non è sufficiente per farsi un'idea precisa, ma la rassicurazione è se non altro apprezzabile. Attenzione però alle variabili in gioco: i prezzi sono strettamente legati ai componenti che si scelgono, e a quanto pare da noi le configurazioni non sono ancora state decise.

Il listino neozelandese in valuta locale

Il top di gamma neozelandese, per esempio, ha una lussuosa configurazione con unità SSD da 128 GB, display IPS Full HD da 11,6 pollici, webcam in alta risoluzione e tastiera Bluetooth. Tutti componenti che costano cari.

Per rientrare in una quotazione accettabile secondo noi si dovrebbero tagliare almeno 400 dollari, ossia mantenersi al massimo nell'intorno degli 800 dollari ventilati da Microsoft per il top della gamma Surface. Il rischio è che per riuscirci si finisca per puntare su configurazioni sottotono: un'opzione poco furba considerate le aspettative. Quale sarà secondo voi la decisione finale di Acer? Se qualcuno ha consigli intelligenti è il momento di tirarli fuori.