Tesla Powerwall, nel 2016 la nuova batteria domestica

Il 2016 potrebbe essere un anno chiave per le energie rinnovabili: Elon Musk di Tesla, azienda già molto impegnata in questo settore grazie alla sua rivoluzionaria sportiva, ha infatti annunciato che entro quest'anno arriverà la seconda generazione della batteria domestica Powerwall.

Presto le nostre case andranno a batteria. Non è una battuta, ma un futuro possibile, tra i tanti: quello immaginato da Tesla e dal suo visionario CEO Elon Musk. L'azienda, che già si sta battendo con la sua automobile omonima sul fronte dell'efficienza energetica, delle energie rinnovabili e dell'indipendenza dai carburanti organici, ha infatti fatto sapere che entro quest'anno sarà commercializzata la seconda generazione della sua batteria domestica Powerwall che nella sua prima versione era già andata esaurita grazie ai 38000 ordini effettuati nel mondo.

Come sempre accade, l'idea dietro Powerwall è semplice quanto geniale: si tratta infatti di una batteria vera e propria, benché rivestita di una livrea hi-tech adatta agli ambienti più sofisticati, che accumula energia prendendola da impianti fotovoltaici o dalla normale Rete elettrica quando le tariffe sono più convenienti, per utilizzarla poi durante l'intera giornata per effettuare tutte le normali operazioni di una moderna abitazione, abbattendone i costi e consentendo a chi può anche di raggiungere la piena indipendenza energetica (se appunto collegata a impianti solari).

solarcity tesla powerwall house 001 650x0 q70 crop smart

"Powerwall è una batteria domestica che si carica utilizzando l'elettricità generata da pannelli solari o quando le tariffe elettriche sono basse, per alimentare la casa durante la sera. Aumenta l'affidabilità della vostra casa contro interruzioni di corrente, fornendo una riserva di energia elettrica di backup. Automatica, compatta e semplice da installare, Powerwall consente di massimizzare l'autoconsumo di energia solare", spiegano infatti sul sito ufficiale.

Il vantaggio principale della proposta Tesla rispetto a soluzioni analoghe già sul mercato consiste soprattutto in una maggior efficienza, un ciclo vitale più esteso e un prezzo contenuto (rispetto agli standard correnti ovviamente): circa 3500 dollari.