The Elder Scrolls Online in video, immagini e primi dettagli

The Elder Scrolls Online si presenta in un video di annuncio, tramite alcune immagini e con dettagli carpiti attraverso la rivista Game Informer.

I primi dettagli su The Elder Scrolls Online e qualche immagine, oltre a un video che però concede poco all'immaginazione, iniziano a trapelare. L'MMORPG annunciato nei giorni scorsi è in sviluppo dal 2007, grazie a 250 persone del team ZeniMax Online Studios.

L'idea di fondo del gioco nasce da una semplicissima domanda. "Cosa succede quando centinaia o migliaia di eroi aspirano al trono di Imperatore?". La storia vede le famiglie Tharn e Mannimarco alleate per prendere il controllo di Tamriel. Il Re però è alleato con Molag Bal, un principe Daedrico anch'esso interessato a mettere le mani sulla regione.

Ci saranno anche altri principi Daedrici (come Vaermina, il principe Daedrico degli incubi), ma Molag Bal è importante perché ha sottratto l'anima del personaggio che andrete a interpretare, perciò potrete tornare in vita ripetutamente. All'interno di The Elder Scrolls Online troveranno posto tre fazioni: Ebonheart Pact, che mette insieme la razza Nord, i Dunmer (Elfi oscuri) e gli Argoniani; il Dominio Aldmeri con Altmer (Elfi alti), Bosmer (Elfi dei boschi) e Khajiit (Felini umanoidi); Daggerfall Covenant formato da Bretoni, Redguard (Guardie rosse) e orchi. Per quanto riguarda le gilde, tra quelle citate troviamo Guerrieri, Ladri, Maghi e la Confraternita Oscura.

Il motore di gioco è l'Hero Engine, già visto in Star Wars: The Old Republic di Bioware, e visivamente il gioco ricorda RIFT o Everquest 2. Il titolo è completamente doppiato, ma al momento non sembra esserci l'italiano. Il mondo di gioco sarà più grande rispetto a Skyrim e tra le regioni a oggi note si fanno i nomi di Elsweyr e l'Isola di Summerset. Fortunatamente i giocatori non dovranno tornare di continuo in aree specifiche per collezionare quest e durante il cammino potranno imbattersi in NPC (personaggi non giocanti) che assegneranno missioni.

La modalità PvP si svolgerà a Cyrodiil, dove le tre fazioni dovranno affrontarsi per far proprie fattorie, abitazioni e miniere servendosi di armi d'assedio. L'obiettivo finale - che darà un bonus all'intera fazione - è quello di conquistare e mantenere il controllo della Città Imperiale. Il giocatore più abile della fazione diventerà Imperatore della Capitale. Come altri MMO, raid di alto livello e dungeon eroici saranno disponibili come contenuto alla fine della partita.

Per quanto riguarda il combattimento (che non sarà in tempo reale per motivi di latenza, ma verrà bilanciato per consentire competizioni di alto livello), molta importanza avrà la resistenza, che chiaramente cala con la corsa, bloccando i colpi degli avversari e fronteggiando le mosse invalidanti del nemico. Sarà quindi un parametro da tenere sott'occhio. Ulteriori dettagli sono disponibili sul forum di NeoGAF, e vi ricordiamo che il gioco è in fase di sviluppo per PC e Mac e che uscirà nel 2013.