TomTom apre MapShare: gli aggiornamenti sono per tutti

TomTom ha deciso di aprire a tutti i suoi utenti la community MapShare. Da oggi 60 milioni di navigatori potranno registrare cambiamenti nella viabilità e recepire gli aggiornamenti di tutti gli altri possessori di GPS dell'azienda olandese.

I navigatori TomTom d'ora in poi saranno più aggiornati perché il produttore olandese ha aperto la community Map Share a tutti i 60 milioni di dispositivi GPS in circolazione. Gli aggiornamenti automatici arriveranno ogni giorno, così si spera che sia scongiurato il pericolo di seguire indicazioni stradali errate.

TomTom Map Share

L'accesso a Map Share finora era limitato a un gruppo esclusivo di 16 milioni di utenti e consiste nella possibilità di apportare correzioni alla mappa sul proprio dispositivo e beneficiare automaticamente di quelli aggiunti dagli altri utenti. È possibile selezionare un "livello di affidabilità" delle modifiche ricevute, recependo tutti gli aggiornamenti, solo i più importanti o solo quelli verificati da TomTom.

Fra gli aggiornamenti che potranno essere scaricati ci sono per esempio nuovi limiti di velocità, la segnalazione di blocchi stradali dovuti a lavori di manutenzione, di nuove rotatorie o modifiche ai sensi unici. Tutti possono essere segnalati direttamente sul navigatore. Corinne Vigreux, Managing Director di TomTom, ha spiegato che "le strade cambiano in continuazione. Durante la notte possono esserci anche chiusure temporanee al traffico che possono mettere in difficoltà gli automobilisti. Ora sarà possibile avere aggiornamenti immediati e condividere le circa 250mila modifiche stradali segnalate mensilmente".

Ovviamente non mancheranno gli aggiornamenti trimestrali con i cambiamenti strutturali a lungo termine, come l'aggiunta di strade. L'accesso libero alla comunità Map Share è già attivo e coinvolge finalmente anche gli utenti di TomTom Start, Via e GO che prima erano esclusi. Per usufruirne basta collegarsi al sito del produttore e installare l'aggiornamento di TomTom Home sul computer.

L'iniziativa dell'azienda olandese è probabilmente dettata dalla necessità di fronteggiare la crescente concorrenza dei sistemi gratuiti messi a disposizione dagli smartphone, mediante aggiornamenti tempestivi a costo zero. Del resto l'accordo con Apple per la fornitura delle mappe TomTom su iOS 6 è un'occasione per dimostrare che le mappe professionali a pagamento sono di qualità superiore di quelle gratuite, ma è anche una responsabilità: una community ristretta che riserva gli aggiornamenti in tempo reale solo a una cerchia selezionata di utenti non è certo un buon biglietto da visita.