Transformer Prime con dongle GPS gratis anche in Italia

Asus ha pubblicato una nota sulla sua pagina di Facebook per comunicare che anche gli utenti italiani che hanno comprato un Transformer Pad Prime avranno in omaggio il dongle esterno per la connettività GPS. A breve le informazioni per inviare la richiesta.

Tutti coloro che hanno acquistato un Transformer Pad Prime di Asus avranno l'adattatore esterno per il GPS a titolo gratuito. Lo ha comunicato Asus tramite la sua pagina di Facebook per mettere fine alle critiche che l'hanno bersagliata.

Tutto nasce da un problema che si era verificato negli Stati Uniti con i primi esemplari del tablet con Android Ice Cream Sandwich: gli utenti si erano accorti che l'alluminio impiegato per il rivestimento bloccava il segnale del modulo GPS, pertanto i servizi di geolocalizzazione non funzionavano. Asus USA aveva rimediato regalando a tutti coloro che avevano acquistato il Transformer Pad Prime un dongle esterno da connettere al tablet per consentire la connettività GPS.

Asus Transformer Pad Prime con Dongle GPS

La vendita del Transformer Pad Prime in Italia non era ancora iniziata, e per non incappare nello stesso guaio Asus aveva semplicemente depennato la connettività GPS dalla dotazione. Agli utenti nostrani questo atteggiamento non è andato giù e molti hanno iniziato a protestare per la differenza di trattamento rispetto agli utenti oltreoceano. Asus ha provato a calmare gli animi spiegando che l'iniziativa era riservata ai Paesi in cui era stato messo in commercio il tablet con la promessa della connettività GPS, ma alla fine ha capitolato.

Nel comunicato ufficiale su Facebook si legge la seguente dichiarazione: "non potevamo di certo rimanere indifferenti al polverone sollevato dal dongle GPS per Transformer Prime. Così visto che ce l'avete chiesto a gran voce… abbiamo deciso di offrirvelo. Continuiamo a sostenere che il Pad Prime sia un prodotto funzionale al 100% anche senza GPS esterno, ma non vogliamo che vi sentiate trattati in modo diverso o ingiusto rispetto a chi vive negli altri paesi." Asus ha pubblicato sulla sua pagina web le istruzioni per chiedere la spedizione gratuita del dongle.

L'imprecisione progettuale di Asus è senza dubbio fastidiosa e, nonostante il produttore taiwanese sostenga che il tablet funzioni perfettamente anche senza GPS, non è una giustificazione per il mancato funzionamento di una funzione che era stata preannunciata. Come spesso succede però Asus ne è uscita a gran signora, con una soluzione che non cancella il problema, ma vi pone efficacemente rimedio lasciando tutti contenti.

Allo stesso tempo accresce la sua fama di produttore disponibile ad ascoltare gli utenti e a soddisfare le richieste anche qualora non fossero del tutto legittime. La lista di quelli che dovrebbero prendere questa vicenda ad esempio è troppo lunga da scrivere, meglio limitarci a sottolineare che in un momento di crisi come questo anche la buona opinione su un'azienda e il passaparola positivo sono importanti. Chi ha orecchie per intendere intenda.