Windows 8 con Refresh e Reset: il ripristino facile e veloce

Microsoft ha svelato sul suo blog ufficiale le funzioni Refresh e Reset di Windows 8. Entrambe re-istallano Windows ma il primo mantiene tutti i dati, le applicazioni e le configurazioni principali, mentre il secondo azzera tutto. Da rilevare la velocità operativa: mediamente meno di 10 minuti.

Windows 8 trasforma un sogno in realtà: con le funzioni "Refresh" e "Reset" si potrà agevolmente far ritornare il proprio sistema operativo ai fasti del primo giorno di operatività. Come tutti sanno, l'utilizzo quotidiano del proprio PC, l'istallazione e disinstallazione di software, l'aggiornamento di codec e tanti altri interventi tendono ad appesantire Windows. Se non si attua una corretta manutenzione, per lo più disattesa da tutti i neofiti, nel tempo le prestazioni si riducono sensibilmente.

Refresh - Clicca per ingrandire

Ecco, Microsoft ha pensato di trovare una soluzione: Refresh riporta il sistema a una condizione ideale, mentre Reset a quella di "fabbrica". Ovviamente non siamo di fronte a tecnologie rivoluzionarie bensì semplicemente a strumenti più facili da utilizzare. Insomma, di fronte alla classica telefonata di un amico in difficoltà basterà dirgli di andare nel Pannello di Controllo e cliccare un'opzione invece che un'altra. 

Nello specifico Refresh mantiene tutti i dati, le applicazioni e le configurazioni principali e re-istalla Windows. E per configurazioni si intende tutto ciò che riguarda: reti wireless, reti mobili, BitLocker, l'assegnazione nominale dei drive, personalizzazioni dello schermo, etc. Reset invece rimuove tutti i dati personali, le applicazioni e configurazioni del PC procedendo poi a una nuova istallazione di Windows.

Reset - Clicca per ingrandire

Insomma, nel primo caso si mantiene ogni dato, nel secondo si perde. La cosa interessante è che la prima opzione non richiede alcun backup su magari hard disk esterno. Da rilevare poi che alcune app dell'interfaccia Metro vengono istallate in automatico, mentre tutte le altre vengono inserite in un file HTML lasciato poi sul desktop. In questo modo nulla verrà dimenticato. In ogni caso coloro che dispongono di una copia immagine del proprio hard disk potranno farne uso se lo desiderano.

Ovviamente si è pensato anche a una soluzione per quelle situazioni in cui la fase di boot è stata compromessa. Windows 8 dispone di uno strumento che consente di utilizzare un flash drive USB (una penna insomma) per il boot e la successiva attivazione della procedura di refresh. 

A questo punto non resta che una domanda: quali saranno i tempi tecnici per queste operazioni? Microsoft ha stimato che il refresh si può fare in meno di 10 minuti mentre il reset in 6 minuti con BitLocker attivo e in 23 minuti con BitLocker disattivato. 

"Comparandoli con un tempo base di 29 minuti e 29 secondi per il restoring degli stessi contenuti da un'immagine di backup del sistema, questi tempi mostrano un considerevole miglioramento", scrive Steven Sinofsky sul blog ufficiale MSDN.

Un grazie da parte di tutti coloro che ricevono inviti a pranzo o cena, con sorpresa (software) finale.