Xbox 360 di seconda mano, gli hacker possono rubare i dati

Ripristinare le Xbox 360 non consente di cancellare tutti i dati. Un gruppo di ricercatori ha acquistato una console Xbox 360 e con alcuni software ha setacciato l'hard disk, risalendo alle informazioni dell'acquirente originale. Tra queste anche la carta di credito.

Vendere la vecchia Xbox 360 potrebbe essere fatale per la vostra carta di credito e le informazioni personali. Secondo ricercatori della Drexel University, intervistati dal sito Kotaku, ripristinare la console alle impostazioni di fabbrica non significa cancellare tutti i dati presenti sull'hard disk.

Perciò un "buontempone", dotato di conoscenze e strumenti giusti, potrebbe setacciare l'hard disk e risalire ai vostri dati più preziosi, creandovi un danno non da poco. La ricercatrice Ashley Podhradsky ritiene che Microsoft starebbe causando un disservizio ai propri clienti. "La casa di Redmond fa un grande lavoro nel proteggere le proprie informazioni, ma non fa altrettanto nella tutela dei dati utente".

La Podhradsky, insieme ad alcuni colleghi e a Pat Engebretson della Dakota State University, ha acquistato l'anno passato una Xbox 360 ricondizionata da un negozio autorizzato. Ha scaricato un programma non troppo complesso e l'ha usato per penetrare nella console, così da accedere a file e cartelle. "Dopo un po' di lavoro", scrive Kotaku, "sono stati in grado di identificare ed estrarre l'informazione della carta di credito del possessore originale". "Molti di loro (gli hacker) sanno già come fare tutto questo. Chiunque può liberamente scaricare questi software, prendere una console usata e ottenere l'identità di qualcuno", ha dichiarato la ricercatrice.

Microsoft non si è ancora espressa in merito, e secondo gli studiosi l'unico modo per non mettere a rischio i propri dati è quello di estrarre il disco rigido dalla console, collegarlo al computer e usare programmi come Darik's Boot & Nuke per cancellare tutto. Riformattare il sistema non è sufficiente.

Hacker felini con il DS, temibilissimi

"Penso che Microsoft su questo segua un vecchio modello", ha dichiarato la Podhradsky. "Quando formatti un computer, come quelli con sistema Windows, ti viene detto che tutti i dati saranno cancellati. In realtà non è esatto, i dati sono ancora disponibili...così quando Microsoft dice stai resettando qualcosa, non è accurato. Si può fare molto di più", ha concluso la ricercatrice.

Un problema chiaramente non da poco, e a cui chiaramente molti videogiocatori non pensano quando acquistano un prodotto. Se la console non ti fa più vedere le informazioni e dice che tutto è stato cancellato, ti fidi. È anche vero che finora di hacker che acquistano console per estrarne i dati non ne conosciamo, quindi per ora la news non deve servire a creare allarmismo, ma solo a mettere in campo un argomento e a stimolare Microsoft, e tutti i produttori di console, a gestire i nostri dati con il massimo impegno.