10 indimenticabili film classici Disney

La Bella e la Bestia

Con l'arrivo del teaser trailer di Aladdin, cresce il nostro fervore per i progetti live action di Disney che, nonostante le iniziali riserve, si sono poi rivelati un gran successo di pubblico e critica. Se La Bella e la Bestia non ci ha convinti totalmente, con Il Libro della Giungla di Jon Feavreau il livello è stato altissimo, ed il film si è rivelato un'ottima riscrittura tanto del classico animato quanto del racconto originale di Kipling.

Carichi di hype, abbiamo quindi pensato di andare a ripercorrere insieme a voi quelli che sono alcuni dei più belli e popolari tra i classici animati di Disney, in questa lista di 10 titoli che si propone l'arduo compito di selezionare il meglio del meglio. Ciò, ovviamente, è impossibile, e diciamocelo pure subito.

Con una produzione sconfinata, Disney ha infatti creato una serie di film bellissimi e memorabili che è semplicemente troppo vasta per limitarsi a 10. Ben venga allora la discussione, e non vediamo l'ora di sapere quali sarebbero invece i film che avreste messo in lista voi. Noi ci siamo basati sulla qualità del film in sé, su quello che racconta ma anche, e innegabilmente, sull'amore che a quei film ci lega in modo indissolubile.

Questi, quindi, sono "10 indimenticabili film classici Disney", esulando quindi sia da sequel per l'home video, che produzioni televisive e simili.

La Bella e la Bestia


Non a caso il primo film animato ad essere candidato ad un Oscar come miglior film (ed a diversi altri per comparti tra cui quello per miglior colonna sonora), La Bella e la Bestia rappresenta, assieme al Re Leone, uno dei più apprezzati momenti del cosiddetto "Rinascimento Disney", ovvero il fortunato decennio 89-99 in cui la Disney produsse alcune delle sue opere moderne più riuscite, tornando di fatto alla ribalta cinematografica.

Non solo, il Rinascimento Disney è anche il momento di rilancio delle figure femminili che, culminando poi con Jasmine (personaggio forte ed emancipato) inagurò la figura della principessa moderna: bella sì, ma anche intelligente, di carattere e schietta.

Beauty and the Beast 1

Nonostante una lavorazione quanto mai travagliata (il film fu in pratica rifatto da zero, quando passò dalla regia di Richard Purdum, a quella dei quasi esordienti Gary Trousdale e Kirk Wise) il film fu un tripudio di bellezza e animazione. Il team, in particolare, impiegò 12 animatori per i soli due protagonisti, volendo realizzare, come era stato per La bella addormentata, un film i cui movimenti fossero realistici ed eleganti.

La Bella e la Bestia, che era stato a lungo un pallino di Walt che mai riuscì a realizzare il film a causa dei mezzi della sua epoca, fu anche il crocevia tra favola classica e quella moderna dove, mantenendo viva la tradizione che vede coinvolti principi, principesse e maledizioni dal sapore medievaleggiante, in qualche modo ne sovvertiva anche le regole. Non a caso è il primo film Disney in cui è una principessa a salvare un principe, e non viceversa.

Tarzan

Tarzan

Riscrittura tratta dal ciclo letterario omonimo ad opera di Edgar Rice Burroughs, Tarzan arriva nei cinema nel 1999 ed è, di fatto, l'ultimo film canonizzato nel "Rinascimento Disney". 

Meno innovativo dal punto di vista linguistico e narrativo rispetto ad altri film dello stesso decennio, Tarzan va però citato perché rappresenta uno dei film più belli e riusciti in Disney dal punto di vista dell'aspetto estetico e dell'animazione.

In un'epoca in cui arrivavano i primi film in animazione completamente tridimensionale (Toy Story, non dimentichiamolo, è del '95), Tarzan proponeva ancora una animazione tradizionale, in cui tuttavia era ben presente la sperimentazione tecnologica che era in atto in Disney proprio in quegli anni.

La vera rivoluzione fu nell'uso della computer grafica per la creazione degli sfondi tramite la tecnica del "Deep Canvas", che permetteva di restituire l'effetto di quadri acquerellati.

Ancor più memorabile l'animazione dei corpi, le torsioni muscolari, e la perfetta sintesi dei movimenti umani e scimmieschi del suo protagonista che, in alcune bellissime scene (come ad esempio quella della corsa tra gli alberi che racconta del passaggio di Tarzan all'età adulta) propone movimenti mai visti prima nel campo dell'animazione, la cui ispirazione furono skater, surfisti e pattinatori professionisti.

La cosa meravigliosa è che tra tutti i film di quel periodo, Tarzan è forse quello ancora capace di creare un effetto di autentica meraviglia nello spettatore, nonostante i notevoli passi avanti compiuti negli anni nel campo dell'animazione digitale e non, sinonimo di una qualità che, già per l'epoca, era semplicemente fuori scala.

tarzan 1
Continua a pagina 2

Pubblicità

AREE TEMATICHE