5G a Roma, Fastweb ed Ericsson accendono il primo segnale

Il progetto #Roma5G entra nel vivo. Fastweb ed Ericsson hanno infatti acceso oggi il primo segnale 5G nella Capitale,  attraverso una demo di realtà virtuale presso la Biblioteca Fabrizio Giovenale, nel Municipio IV. Una prova dal vivo che ha consentito di toccare con mano le potenzialità della futura rete di quinta generazione, soprattutto in termini di capacità di trasmissione, diminuzione della latenza e direzionalità del segnali sugli utenti in movimento.

Nel corso della conferenza stampa che si è svolta presso la Biblioteca Giovenale è stato mostrato dal vivo il funzionamento di alcune applicazioni legate alla realtà virtuale, con la trasmissione di un video in alta qualità e la fruizione attraverso speciali visori di un video immersivo della città di Roma realizzato con la tecnica della ripresa a 360 gradi.

#ROMA5G 017
La Sindaca Virginia Raggi

Contestualmente è stato illustrato il percorso di innovazione, gli ambiti individuati per la sperimentazione della rete mobile 5G e gli scenari applicativi che potranno essere sviluppati già a partire dalla seconda metà del 2018 sulla base delle disponibilità e delle autorizzazioni necessarie da parte di tutti i soggetti coinvolti.

Leggi anche: 5G in Italia: chi, cosa, dove, quando e perché

Il primo ambito sarà relativo alla valorizzazione del patrimonio culturale e artistico della Capitale a supporto del turismo: saranno individuati siti archeologici o ambienti museali in cui arricchire l'esperienza del visitatore attraverso applicazioni di realtà virtuale e realtà aumentata, che consentiranno in alcuni casi la ricostruzione di ambienti non più accessibili o esistenti.

#ROMA5G 008
Andrea Lasagna

Il secondo ambito di sperimentazione riguarderà lo sviluppo di servizi di nuova generazione legati alla sicurezza con soluzioni innovative di telesorveglianza ad altissima definizione. Il terzo ambito individuato è invece quello relativo alla mobilità urbana con lo sviluppo di applicazioni sia per i servizi di tracciamento automatico del viaggio sia per la telemetria in tempo reale della diagnostica di bordo e l'analisi predittiva dei guasti.

"Siamo orgogliosi di essere al fianco di Roma Capitale e di Ericsson in un progetto che porta verso nuovi orizzonti di connettività. Grazie all'infrastruttura capillare in fibra ottica e alle frequenze che Fastweb mette a disposizione della sperimentazione, creiamo le condizioni per accelerare lo sviluppo del 5G e scrivere una storia di innovazione e di sviluppo tecnologico nella Capitale", afferma Andrea Lasagna, Technology Officer di Fastweb.

#ROMA5G 010
Riccardo Mascolo

Un passo dunque importante verso il 5G, con il 2018 che si appresta sempre più a rappresentare l'anno di definitivo avvio verso questo nuovo standard di rete. Nei prossimi mesi entreranno nel vivo infatti anche progetti in altre città italiane.

"Il progetto #Roma5G segna un nuovo traguardo nel percorso che oggi vede Ericsson alla guida di numerose iniziative in Italia e nel mondo per consentire l'evoluzione delle attuali reti mobili verso il 5G e contribuire a una più rapida digitalizzazione del nostro Paese. Grazie a solide e importanti partnership, come quella con Fastweb, e ad ingenti investimenti in R&S, riusciamo a mettere a fattor comune una piattaforma tecnologica all'avanguardia che porterà Roma, tra le prime città europee, a dotarsi di una infrastruttura mobile di quinta generazione", conclude Riccardo Mascolo, Head of Strategy and Business Development, Ericsson in Italia.

Pubblicità

AREE TEMATICHE