Questa testata è partner di La Repubblica e contribuisce alla sua audience
Hot topics:
4 minuti

8 rischi che corriamo vivendo un anno nello Spazio

Come ha reagito il fisico di Scott Kelly dopo 340 giorni di permanenza sulla ISS? Ecco 8 possibili rischi.

8 rischi che corriamo vivendo un anno nello Spazio

L'astronauta statunitense Scott Kelly è tornato a casa dopo 340 giorni a bordo della ISS. Che effetti ha avuto sul suo fisico questa lunga permanenza nello Spazio, in condizioni di micro gravità? Le valutazioni mediche richiederanno un bel po' di tempo e l'attesa è alta perché i risultati potrebbero pesare sugli eventuali progetti per missioni a lungo termine sulla Luna, sugli asteroidi o su Marte.

19127165723 8017c95968 o

Durante la sua prima conferenza stampa dopo il rientro sulla Terra Kelly ha detto che dopo i primi sei mesi si sentiva come se fosse stato lì tutta la vita e che la sua esperienza lo incoraggia "circa la nostra capacità di restare nello Spazio per più tempo".

Vediamo in breve quali sono i cambiamenti che potrebbero essere intervenuti nel fisico dell'astronauta durante la sua missione di lunga durata, tenendo presente che le sue analisi non saranno confrontate solo fra quelle svolte prima e dopo la missione, ma anche con quelle del fratello gemello Mark Kelly, che negli ultimi 340 giorni è invece rimasto a casa.

La statura

mark scott big

Una prima scoperta c'è già stata e piacerà a chi ha sempre sognato di essere qualche centimetro più alto: al rientro la statura di Kelly era aumentata di ben 5 centimetri. Il motivo è che la gravità terrestre comprime la nostra colonna vertebrale, cosa che non accade nello Spazio, dove i dischi spinali si possono distendere meglio. La brutta notizia è che questo beneficio non è definitivo: con la gravità terrestre si torna molto in fretta al valore antecedente la partenza.

Continua a pagina 2
AREE TEMATICHE
Vuoi ricevere aggiornamenti su #Spazio?
Iscriviti alla newsletter!