Questa testata è partner di La Repubblica e contribuisce alla sua audience
Hot topics:
News su Guide ai regali di Natale
26 minuti

Recensione - Test dell'Aspire 5560G e del Pavilion dv6-6125sl, i primi notebook Llano Serie A.

Design, materiali e qualità

Il Pavilion dv6-6125sl è una riproposizione della gamma Pavilion dv6 presentata all'esordio di Sandy Bridge (HP Pavilion dv6, intrattenimento multimediale d'eleganza), rispetto alla quale è stata apportata solo una variazione cromatica: al posto del colore marrone ora c'è un grigio argento con l'effetto dell'alluminio spazzolato. Ritroviamo pertanto pregi e difetti di questo design, con il caratteristico rialzo del coperchio che traccia una curvatura nelle parte alta della base, e un prodotto nel complesso solido con verniciatura antigraffio.

HP Pavilion dv6-6125sl - Clicca per ingrandire

Il colore grigio chiaro è più anonimo rispetto al marrone, ma sicuramente più classico e raffinato, adatto per incontrare il gusto di un numero maggiore di utenti. Inoltre con questa tonalità non si vedono più le impronte digitali di chi maneggia il prodotto, che alla fine risulta più pulito e piacevole da guardare. Anche in questo caso le indicazioni delle porte di connessione sono rivolte verso il fondo della base, con il risultato che sono sostanzialmente invisibili durante l'uso.

La qualità costruttiva ottima si ritrova anche in questo nuovo modello, grazie all'impiego delle stesse plastiche di alta qualità che proteggono adeguatamente i componenti interni. Anche la dotazione di porte di comunicazione è identica, con due connettori USB 2.0 e altrettanti SuperSpeed, il nome con cui HP ha deciso di identificare quelle che il resto del mondo chiama USB 3.0.


Lato destro - Clicca per ingrandire
Lato sinistro - Clicca per ingrandire
Lato frontale - Clicca per ingrandire
Lato posteriore - Clicca per ingrandire

La tastiera ha un design a isola più moderno rispetto a quello dell'Aspire 5560G, ma una qualità inferiore: la base d'appoggio è meno solida e i tasti sono più piccoli (15 millimetri di larghezza), ma comunque ben spaziati (4 millimetri), come tipico dei prodotti con tasti a isola. Inoltre, nel modello che abbiamo ricevuto in prova i segni di punteggiatura sono disegnati al centro dei tasti, con la funzione principale nell'angolo in alto a sinistra: una disposizione inusuale che ci sembra poco intuitiva.

Il touchpad, invece, è ottimo, con un profilo luminoso non pacchiano che lo mette in risalto, un'area di selezione ampia (9,5 x 5,6 centimetri) con il tasto di disattivazione posto direttamente nell'angolo in alto a sinistra del pad. I pulsanti di selezione sono due, facili da individuare al tatto e morbidi da premere.

Pagina precedente

Schermo

Il Pavilion dv6-6125sl ha in dotazione un display da 15,6 pollici che visualizza la risoluzione nativa di 1.366 x 768 punti. A parità di dimensioni e risoluzione, il pannello preinstallato da HP è di qualità superiore rispetto a quello presente sul modello di preproduzione di Acer. Il grafico che emerge dall'analisi statica dello schermo mostra, infatti, un allineamento quasi totale con i requisiti dello standard sRGB, rispetto al quale eccede nella resa del blu e del verde.

HP Pavilion dv6-6125sl - Analisi statica dello schermo

Come precisato in riferimento al display dell'Aspire 5560G, tuttavia, ricordiamo che la differenza non è così evidente a occhio nudo. Affiancando i due pannelli LCD, quello del Pavilion sembra solo più brillante e luminoso, ma l'effetto è dato più che altro dalla luminosità, che in questo caso è di 250 candele al metro quadro, contro le 203 cd/m2 del display dell'Aspire.

Volendo trovare un limite a questi due display, il più evidente è la risoluzione HD, che non consente di fruire di contenuti Full HD senza collegare un display esterno tramite HDMI.

Valutazione e conclusioni

Il Pavilion dv6-6125sl è un notebook per l'intrattenimento che può svolgere senza problemi le applicazioni di carattere generale incluse nei nostri test di prestazioni. Nei giochi se la cava meglio dell'Aspire 5560G grazie a una combinazione Dual Graphics più potente, quindi se siete appassionati di giochi (senza però la pretesa di trovarvi per le mani una gaming machine) questo prodotto è una scelta che per alcuni versi è migliore, anche se la differenza nella maggior parte dei casi non è percepibile a occhio nudo.

HP Pavilion dv6-6125sl - Clicca per ingrandire

Inoltre, questo notebook ha uno spessore maggiore rispetto all'Aspire di Acer, quindi è meno facile da maneggiare, però è un po' più leggero. Nel calcolo del peso prestate tuttavia attenzione all'alimentatore: quello in dotazione al Pavilion è più pesante e più ingombrante di quello dell'Acer, quindi fate bene i vostri conti.

Se intendete usare il notebook per la riproduzione di contenuti multimediali non dimenticate, inoltre, che il pannello del Pavilion è più luminoso di quello dell'Acer: una differenza che a occhio nudo emerge con colori più brillanti, e che può aiutare la leggibilità in caso di luce ambientale intensa, dato che entrambi dispongono del trattamento glare.

Se, invece, siete appassionati scrittori, sappiate che la tastiera del Pavilion non è il massimo a cui possiate aspirare: quella dell'Aspire è decisamente migliore. Infine, non dimenticate che il Pavilion offre due connettori USB 3.0, che sono del tutto assenti sull'Aspire.

Continua a pagina 11
AREE TEMATICHE
Vuoi ricevere aggiornamenti su #Notebook?
Iscriviti alla newsletter!