Hot topics:
3 minuti

Addio iPod Nano e Shuffle, si chiude un'era

Con un breve annuncio Apple ha comunicato di aver mandato in pensione gli iPod nano e Shuffle. Si chiude così un'era.

Addio iPod Nano e Shuffle, si chiude un'era

"Da oggi semplifichiamo il catalogo di iPod con due modelli con il doppio della capacità a partire da 199 dollari, cessando invece iPod nano e Shuffle". Un comunicato secco e asettico di appena due righe è bastato a Apple per chiudere un'intera era della tecnologia. Da oggi infatti gli iPod nano e Shuffle non sono più acquistabili dallo store online e una volta esaurite le scorte spariranno anche dai negozi fisici, dove comunque ormai già da diverso tempo erano stati relegati tra gli accessori.

Dopo l'eliminazione dell'iPod Classic, avvenuta nel 2014, questa seconda "revisione" della gamma lascia dunque di fatto in vita soltanto un modello, l'iPod Touch, disponibile in due versioni che si differenziano per lo spazio di storage, raddoppiato in entrambi i casi per l'occasione: 32 e 128 GB. In Italia i nuovi prezzi sono paro rispettivamente a 239 e 359 euro.

nanotouch4  apple ipod nano touch 16gb 7th generation
iPod nano

Nostalgia a parte però l'operazione è comprensibile. L'unico dispositivo rimasto a listino infatti è l'iPod più recente, visto che è stato introdotto nel 2007, mentre nano e Shuffle furono introdotti entrambi nel 2005 e non hanno più ricevuto alcun aggiornamento degno di nota rispettivamente dal 2012 e dal 2010.

Nell'era dello streaming inoltre erano gli unici due modelli privi di connessione dati e quindi relegati all'ascolto di musica scaricata. Preistoria ormai in ambito Hi-Tech e dunque, come tutti i dinosauri, anche i due iPod si sono estinti perché non più rispondenti ai gusti e alle necessità degli utenti.

dy8q6wny111
iPod Shuffle

Il cambio di mercato dunque ha chiuso definitivamente un'epoca, inaugurata ad ottobre del 2001, appena un mese dopo l'11 settembre, con il debutto del primo iPod. L'iPod non è stato il primo lettore MP3, dispositivi come l'MPMan o il PMP300 esordirono infatti già nel 1998, ma è stato il primo ad avere un successo enorme. A risultare vincente fu soprattutto la facilità d'uso, con l'iconica ghiera e il software, semplice e dalla grafica accattivante. L'iPod conobbe così in breve tempo un vasto successo, diventando nella cultura di massa sinonimo di lettore MP3, proprio come era successo anni prima col Sony Walkman.


Tom's Consiglia

Ok, sull'Apple Store non sono più acquistabili, ma su Amazon è pieno di iPod nano e Shuffle a un prezzo interessante.

AREE TEMATICHE
Vuoi ricevere aggiornamenti su #Audio?
Iscriviti alla newsletter!