Hot topics:
4 minuti

AGCOM Broadband map, adesso puoi segnalare gli errori

L'ultima versione di Broadband map dell'AGCOM è consultabile anche via smartphone e tablet. I dati su copertura ADSL, FTTC e FTTH sono aggiornati a luglio.

AGCOM Broadband map, adesso puoi segnalare gli errori

Broadband map dell'AGCOM è in questo momento la piattaforma online più aggiornata, accurata e completa sulle reti di accesso a Internet italiane. La web app, di cui abbiamo parlato a giugno e oggi si rinnova nelle sue funzionalità, nasce per mostrare la copertura della banda-larga e ultra-larga. Quindi di fatto copertura ADSL, FTTC e FTTH, prestazioni medie, accessi, statistiche, etc.

"Il nuovo strumento, disponibile all'indirizzo maps.agcom.it/agcomapps/BBmap e ottimizzato anche per tablet e smartphone, offre agli utenti la possibilità di visualizzare statistiche a livello regionale o comunale in tempo reale, verificando quali servizi e tecnologie sono disponibili nonché il relativo bacino di utenza", puntualizza la nota ufficiale.

FTTH
L'FTTH in Italia

Bisogna riconoscere che l'interfaccia è molto semplice da usare e per una volta prevede la possibilità non solo di scaricare i dati ma anche "contribuire al miglioramento del sistema segnalando eventuali errori o imprecisioni che, dopo una verifica da parte di Agcom, saranno corretti e riportati online".

FTTH a roma
L'FTTH a Roma

La base dati si deve a tutta la reportistica wholesale degli operatori e le documentazioni a disposizione dell'AGCOM. L'ultimo aggiornamento risale a inizio luglio, quindi la fotografia è piuttosto attendibile. Ovviamente considerato che si parla di quasi 8mila comuni e decine di milioni di accessi qualche errore o imprecisione rientra nella statistica.

Una riflessione

AGCOM Broadband Map è uno strumento potentissimo che va studiato accuratamente, però mi sento di sottolineare una serie di dettagli fin da ora.

Prima di tutto non si può che riconoscere al Garante delle Comunicazioni di aver realizzato davvero qualcosa di innovativo. In altri tempi una piattaforma di questo tipo sarebbe stata impensabile. E invece ecco uno strumento efficiente e di facile impiego. La speranza ovviamente è che non solo venga usato dagli italiani ma anche che prosegua l'impegno e l'investimento per il suo sviluppo.

ftth
L'FTTH a Milano

Un secondo elemento chiave è che un servizio come questo deve essere partecipativo. L'AGCOM ha iniziato a introdurre i primi meccanismi che lo consentono. Incredibile ad esempio che neanche gli operatori TLC abbiano introdotto strumenti analoghi. Eppure appartengono alla cronaca quotidiana gli errori legati a numeri civici, cabinet apparentemente aggiornati, etc.

Leggi anche: Broadbandmap, finalmente la mappa TLC dell'Italia

Ora con Broadband Map si possono scaricare i dati, analizzare, segnalare errori, creare nuovi servizi di informazione e tanti altri bei progetti perché si parla finalmente di open data. È ancora un primo passo, ma le potenzialità future sono enormi.

I termini e le condizioni d'uso sono Creative Commons, e anche l'uso commerciale è possibile.

Infine bisogna riconoscere all'intero progetto di aver approcciato all'argomento copertura con intelligenza, abbinando i dati demografici e prestazionali medi. Se ne desume a un primo sguardo che vi sono scenari incomprensibili, dove città con le stesse caratteristiche e analoghe condizioni infrastrutturali sembrano appartenere a mondi diversi.

A mio parere però l'argomento più delicato - che gli italiani non vogliono ascoltare - riguarda la domanda. Neofiti e scafati della Rete non vogliono sentir ragioni: i servizi di accesso Internet ad alte prestazioni devono essere un diritto di tutti. Ok, ma quanti li desiderano? Quanti si abbonano realmente? La triste risposta su Broadband Map. Guardate la differenza tra copertura e reali accessi.

Teniamo il dato a mente, perché verrà il giorno in cui qualcuno farà notare che si sono spesi milioni di euro per cablare paesi in digital divide... che tali sono rimasti. Perché un conto sono le infrastrutture, e un conto le teste degli italiani.


Tom's Consiglia

Per chi ha bisogno di una ciabatta multipresa con protezioni c'è la BTicino 3680GBF.

 

AREE TEMATICHE
Vuoi ricevere aggiornamenti su #Telco?
Iscriviti alla newsletter!