Alfa Romeo 4C si aggiornerà nel 2018

Nel 2013 è stata il volto del ritorno alla gloria dello storico marchio italiano: tanta emozione, poche sbavature e zero compromessi, una vettura che ha fatto brillare nuovamente gli occhi degli Alfisti ed ha impressionato il resto del mondo.

Dopo cinque anni un restyling ci sta, anche se questa volta sarà ben più corposo. Confrontandomi con Dallara, molto più coinvolta di quanto si direbbe per questo progetto, videro luce dettagli fino a quel momento solo intuibili.

161004 Alfa Romeo 4C 02

Fermo restando le notevoli caratteristiche e doti di 4C, si tratta di una vettura progettata in davvero poco tempo e che presenta nel suo intimo piccole criticità poco note.

Stiamo parlando dello sterzo, responsabile di "trascinare" fin troppo la vettura in condizioni di pendenze del manto stradale e di un assetto, efficace sia chiaro, molto generalista.

In questi anni Alfa ha avuto modo di studiare i piccoli affinamenti che caratterizzeranno il modello atteso per il 2018 e si tratta appunto di una geometria dello sterzo modificata (rimane la mancanza di servoassistenza) e di un lavoro specifico sul sistema di sospensioni e assetto, che lascerà probabilmente invariati i doppi triangoli anteriori (quadrilateri) e i McPherson al retrotreno.

Verrà aggiornato anche il motore, o meglio, ottimizzato, con una mappatura ed un turbo nuovo in grado di portare il "millesettecinquanta" a quota 300CV, abbinati ad una nuova logica per il cambio a doppia frizione TCT.

161004 Alfa Romeo 4C 03

L'intenzione è chiara, come dichiarato dallo Chief Technical Officer di Alfa Romeo e Maserati, Roberto Fedeli, ovvero quella di far diventare 4C l'auto di punta nonché icona di Alfa in questi anni.

Pubblicità

AREE TEMATICHE