Tecnologia

5 storici e indimenticabili nemici di Spider-Man

Manca pochissimo all'arrivo su PlayStation 4 dello Spider-Man di Insomniac, e l'attesa è a dir poco insostenibile! Il titolo con protagonista l'arrampicamuri Marvel è infatti prossimo all'uscita, e domani sarà il giorno deputato all'arrivo delle recensioni.

Ovviamente anche noi di Tom's e Game Division saremo in prima linea, e non vediamo l'ora di scoprire quale sarà il vostro feedback sul prossimo titolo dai creatori di Ratchet & Clank.

Ansiosi di scontraci con i pericoli della New York digitale di Sony, abbiamo quindi pensato di consegnarvi un ultimo articolo sull'arrampicamuri, nella speranza che vi carichi di hype in vista della recensione.

Chiudendo così la nostra "road to Spider-Man", vi offriamo oggi l'ultimo dei nostri brevi approfondimenti sul personaggio.

Il tema del giorno? Non potevano che essere i villain del supereroe, e ne abbiamo scelti 5 da un campionario che, salvo forse solo Batman, conta su alcuni dei più memorabili e colorati malvagi della storia del fumetto americano.

Kingpin

Kingpin 2

Di sicuro molti di voi staranno pensando che abbiamo sbagliato, che Kingpin non è un nemico di Spidey, ma di Devil. Avete più o meno ragione. Più o meno.

Kingpin nasce infatti sulle pagine di Amazing Spider-Man nel 1967, ad opera di Stan Lee e John Romita Sr., che modellarono il criminale sulle fattezze dell'attore Sydney Greenstreet.

Kingpin, sin da subito, si presenta come una mente criminale di altissimo livello e, complice la sua mancanza di scrupoli, si impone ben presto all'attenzione della criminalità di New York e della locale loggia mafiosa chiamata "La Maggia".

Gestendo un impero criminale miliardario dall'alto del suo attico, Kingpin ha sempre avuto dalla sua non solo una grande intelligenza, ma anche una gran forza e una straordinaria volontà.

Incontratosi e scontratosi tanto con eroi che con altri super criminali, il personaggio ha sempre avuto un fascino quasi shakesperiano, così in bilico tra la concretezza delle sue azioni e i dubbi della sua anima, come per altro perfettamente riportati dalla prima stagione della serie Netflix dedicata a Daredevil.

king

Kingpin, purtroppo, negli anni ha perso molta della sua carica iniziale, diventando un nemico marginale del Ragno. Questo probabilmente a causa della sua contrapposizione anche ad altri eroi urbani di New York, in primis Devil e il Punitore, contro cui si è spesso scontrato, e più raramente alleato.

Di recente, comunque, era tornato in auge in quanto causa di uno dei momenti più bui di Spider-Man, avendo quasi causato la morte di Zia May assoldando un killer. Ciò porterà Peter ad indossare di nuovo il costume nero, intenzionato a togliere di mezzo il criminale una volta per tutte nella saga "Back in black".

Memorabile, per altro, la sua comparsa nella serie Marvel Zombie!

Kraven

krav

C'è un motivo fondamentale per cui Kraven è in questa lista, e se avete seguito il nostro speciale sulle storie fondamentali di Spidey, allora potreste intuirlo da soli: L'ultima caccia di Kraven.

La bellissima e indimenticabile storia ad opera di J.M. DeMatteis e Mike Zeck è certamente il punto nevralgico della storia del personaggio, e costituisce quasi un caso unico nella cerchia dei villain di Spidey.

Kraven, infatti, è uno dei pochissimi ad essere effettivamente quasi riuscito ad uccidere Spider-Man, in una storia tesa e carica di dramma, che ha riconsegnato ai lettori uno dei più bei momenti della letteratura a fumetti di sempre.

Kraven the Hunter

Creato da Stan Lee e Steve Ditko nel 1965, Kraven è null'altro che un atleta russo con una grande passione per la caccia grossa, ovvero quel tipo di caccia dedicata a prede di stazza considerevole o in grado di uccidere facilmente l'uomo. La differenza rispetto ad un essere umano normale sta nell'ingestione periodica di un estratto di erbe e simili che gli dona un piccolo set di poteri superumani.

Super forza, grande agilità e sensi ipersviluppati sono gli aspetti fondamentali delle sue abilità acquisite anche se, nel corso degli anni, si è dimostrato abilissimo e letale anche senza disporre di alcun potere.

Il personaggio sviluppò col tempo un'ossessione per l'Uomo Ragno, considerando l'eroe come la preda definitiva, e dunque ambitissima per la sua collezione.

KravenHunt05

Sino alla storia di DeMatteis il personaggio, tuttavia, non ebbe un grande sviluppo psicologico, e per quanto fosse uno dei più noti villain di Spidey, fu solo con L'Ultima caccia che si guadagnò l'attenzione del pubblico.

La storia, per altro, divenne fondamentale non solo per il personaggio in sé, che avviò un ciclo di racconti personali sui temi di morte e resurrezione, ma anche per Spider-Man che attraverso questi risolse molte delle sotto-trame dell'epoca, per lo più legate ai vari cloni che il Ragno ha avuto negli anni.

Venom

venom

Dal suo debutto nel 1988 ad opera di David Michelinie e Todd McFarlane, Venom è rapidamente diventato uno dei più amati e popolari villain del mondo del fumetto, ed ovviamente tra i preferiti dei lettori di Spidey.

Il personaggio nasce dalla fusione di Eddie Brock, un giornalista piuttosto incapace e invidioso del Daily Bugle, e il costume nero di Spidey, che questi aveva ottenuto grazie ad un misterioso macchinario nel corso delle primissime Guerre Segrete.

Sia Eddie che il costume si unirono in un odio comune verso l'eroe, creando così la fusione perfetta in Venom, il primo dei simbionti dell'universo Marvel.

Il Venom delle origini era un mostro vero e proprio, goloso di cervelli umani e cioccolata (sì avete letto bene), con poteri del tutto simili a quelli di Spider-Man e con, non trascurabile, capacità di annullare il senso di ragno di Spidey.

Venom, insomma, è capace di prendere di sorpresa l'eroe senza che questi possa rendersene conto, costituendo la sua antitesi perfetta e, paradossalmente, la sua migliore versione alternativa.

b3f9b9da3bc1ef7c44113b9c48d247c5

Dal 1988 sono state diverse le versioni del personaggio, come sono stati diversi gli esseri umani che con esso si sono fusi. Dalla ferale e inarrestabile versione originale, sino ad una più recente versione paramilitare (Agente Venom), il personaggio ha attraversato alti e bassi. 

Più di recente le sue origini sono state approfondite, e si è scoperto essere parte di una razza aliena chiamata Klyntar, i cui organismi vivono solo in stretta simbiosi con degli ospiti.

Nonostante questo la sua popolarità è sempre stata altissima, tanto da essere stato uno dei pochissimi villain a guadagnarsi una propria serie di pubblicazioni, nonché un'innumerevoli quantità di comparsate e storie dedicate.

Klyntar from New Avengers Vol 1 35 001

Venom, oltre ad essere memorabile, è anche ben noto per essere stato il primo degli organismi alieni, detti "simbionti" ad arrivare sulla Terra. Dalla sua progenie (si può riprodurre per mitosi) sono infatti nati circa 9 discendenti di cui, i più celebri sono certamente il violento e sadico Carnage, e l'eroico Toxin. Quest'ultimo è stato il primo simbionte "buono" alleato di Spidey.

A proposito dei vari costumi di Spidey, hai già letto il nostro articolo sulle versioni alternative che vorremmo nel videogame?

Goblin

gob

O "Green Goblin", per distinguerlo da tutta una sequela di nemici che hanno più o meno vessato (e raramente aiutato) Spidey tra cui Hobgoblin, Demogoblin e altri ancora.

Niente versioni "spurie" insomma, qui parliamo dell'originale, del più iconico e certamente violento dell'intera cerchia: ovvero di Norman Osborn.

demogob

Genio scientifico, imprenditore, persino candidato Presidente. Osborn vessa Spidey dal lontano 1964, ed è stato certamente il villain più mortifero di tutti in termini meramente "editoriali".

Laddove personaggi come Carnage o lo Sciacallo si sono spesso dati all'omicidio di massa o peggio, il Goblin ha attaccato Spidey in modo più ponderato e chirurgico, portando a segno due eccezionali morti nella carriera del supereroe: quella di Ben Reilly (clone di Peter, e Ragno Rosso) e la ben più drammatica morte di Gwen Stacy.

Negli anni, Goblin ha incarnato il male per antonomasia sulle pagine di Spidey. Osborn è violento, machiavellico, geniale, psicotico, andando quindi a rappresentare una summa di buona parte delle caratteristiche principali dei villain del Ragno.

gwen

Il personaggio è tanto amato e popolare da essere uno dei pochissimi ad essere apparso in ogni media relativo a Spidey, dal cinema ai videogame passando ovviamente per le varie versioni alternative quali Ultimate, 2099, Noir e via discorrendo.

Al di là dei (talvolta ridicoli) vestiti da folletto, la grandezza di Osborn è anche quella di essere un ottimo mediatore e politico, tanto da aver diverse volte attentato alla stabilità nazionale, come recentemente successo attraverso il mega evento Marvel "Dark Reign", in cui il mondo Marvel, sotto l'egida di Osborn, finì per andare letteralmente sottosopra.

Morto, risorto, redento, recidivo, Norman Osborn è il male per antonomasia e costituisce, al di là dell'universo di Spider-Man, uno dei villain più dinamici, complessi e amati del mondo del fumetto americano.

Dottor Octopus

cf46daa028b7c203f6da1a7f96bef54e

Qualcuno non si sarebbe aspettato che Dottor Octopus sarebbe stato in cima a questa lista. Lo capiamo: l'aspetto a volte goffo del personaggio, unito al suo aspetto spesso molto caricaturizzato non parrebbe degno del dovuto rispetto.

Eppure, nonostante le aspettative, "Doc Ock" è l'unico ad essere realmente riuscito lì dove altri villain avevano fallito: uccidere Spider-Man.

Nato nel 1963 da Stan Lee e Steve Ditko, Doc Ock è uno dei villain più vecchi di Spidey, potendo contare su di un esordio avvenuto addirittura sul terzo numero della primissima serie regolare.

2800779 pp3

All'inizio era un nemico di Spidey quasi caricaturale, modellato squisitamente sul modello "scienziato pazzo" che tanto è stato abusato nel mondo del fumetto (e non solo). La svolta arriva più o meno con le Guerre Segrete, quando il personaggio perde il suo aspetto più goffo e autoreferenziale e comincia a ragionare in modo più oscuro e subdolo.

Il fumetto tutto, in quegli anni, stava compiendo passi avanti in termini di maturazione dei contenuti, e tutti i villain cominciarono ad avere un aspetto più cupo e, in linea di massima, a svilupparsi in modo più complesso.

Octopus non fece eccezione, e da lì il personaggio cominciò a mescolarsi con tematiche adulte tra cui l'AIDS.

Peter Parker (Earth 616) from Spider Man Deadpool Vol 1 17 001

Dopo il ciclo di storie avviato con il reboot della continuity di Spidey (ovvero il controverso "One More Day" di Straczynski e Quesada), Otto si è recentemente ammalato in modo molto serio, tanto da ammettere di aver ancora ben poco da vivere.

Questa sottotrama si è poi evoluta in modo veramente inaspettato quando, con un colpo di scena, lo scienziato è riuscito a scambiare la propria mente con quella di Peter Parker, portando quest'ultimo alla morte. tumblr onzzx4Oc6J1tr0o9mo1 1280

Octavius ha quindi assunto l'identità di Peter e di Spider Man, e si è rilanciato come violento vigilante di New York, approcciando metodi più schietti e violenti e definendo se stesso "Superior Spider-Man".

Questa situazione è stata a lungo portata avanti, cambiando persino il nome della testata di Spidey in "Superior Spider-Man", e lasciando all'oscuro del cambiamento praticamente tutti i personaggi dell'Universo Marvel.

Solo di recente le cose sono tornate al loro posto, ed anzi Otto è persino ringiovanito, dando un cambiamento drastico al suo look. Tuttavia, di fatto, Doc Ock è stato effettivamente l'unico ad uccidere Spider-Man nell'universo originale.


Tom's Consiglia

Fan di Spider-Man? Dai un'occhiata alla nostra guida all'acquisto delle statue dedicate all'eroe Marvel!