e-Gov

Add-on-con, conferenza per add-on più compatibili

Una conferenza sta per riunire gli sviluppatori di add-on per browser, in un evento che dovrebbe mettere le casi per migliorare la compatibilità e l'interoperabilità.

Al momento, ogni browser è un mondo a sé, per quanto riguarda gli add-on: Firefox è quello che offre di più, ma gli script GreaseMonkey sono disponibili per tutti i principali browser, compresi Safari e Opera, che non supportano add-on.

Sembra che, per ora, la compatibilità sia ancora lontana, visto che Internet Explorer usa un sistema proprietario, mentre Ojan Vafai, di Google, ha detto che il sistema di Firefox non è del tutto soddisfacente, facendo capire che, probabilmente, non useranno il linguaggio XUL.

La prossima conferenza Add-on-Con, che aprirà i battenti l'undici dicembre, dovrebbe servire a impostare il lavoro dei prossimi mesi, nella speranza di vedere qualche cambiamento, in questo scenario.

 

Sono previsti eventi sponsorizzati da Microsoft e Mozilla, e organizzati da AdaptiveBlue, OneRiot e Sxipper. È il primo evento che riunisce i produttori dei principali browser, per discuter il futuro della navigazione online. La presentazione finale sarà tenuta da Mike Shaver di Mozilla, mentre l'apertura vedrà l'introduzione di Jeremy Liew di Lightspeed Venture Partners.

Questa conferenza nasce da una realtà molto semplice: gli add-on per browser hanno cominciato ad attirare investimenti, ma manca ancora un modello di business. Non mancano le eccezioni, come Cooliris, che conta su 2 milioni e mezzo di utenti attivi, AdaptiveBlue Glue, Conduit e gli add-on di OneRiot. Nella maggior parte dei casi i guadagni provengono da inserzioni pubblicitarie e vendita di servizi.

Nell'ambito della conferenza si parlerà di come scrivere un add-on multipiattaforma, o come riadattare API di terse parti per creare un add-on. Non mancheranno incontri dal sapore più commerciale, e anticipazioni sulle prossime novità del settore.