Telco

AGCM, multa da 9 mln di euro alle principali Telco italiane

L'AGCM (Autorità Garante per la Concorrenza e il Mercato), ha inflitto complessivamente 9 milioni di euro di multa a Telecom, Vodafone, Wind, Fastweb e Tiscali per aver adottato condotte illecite in violazione delle norme del codice del consumo, nell'ambito della commercializzazione a distanza, online o al telefono, o fuori dei locali commerciali dei servizi di telefonia fissa e/o mobile.

In sostanza tutti i principali operatori telefonici avrebbero seguito una prassi illecita, dando esecuzione ai contratti e avviando il processo di attivazione della linea o della migrazione da altro operatore, già durante il periodo di 14 giorni previsto invece per esercitare il diritto di ricesso, senza per altro aver acquisito un'espressa richiesta dell'utente sull'argomento.

stop aumento canone tim 696x463

L'Autorità ha dunque accertato che in tutti i casi si sono verificate tre infrazioni:

  • Assenza sul sito Web e nelle condizioni generali del contratto dell'informativa richiesta dal codice del consumo, sia per quanto riguarda i costi in caso di esecuzione anticipata del contratto e di successivo recesso del consumatore, sia in merito agli eventuali costi dovuti nel caso in cui l'anticipazione sia stata espressamente richiesta dal consumatore.
  • Avvio delle cosiddette procedure di provisioning di attivazione di una nuova linea fissa o di migrazione da altro operatore in assenza dell'autonoma richiesta esplicita del consumatore prevista dalla normativa e, in ogni caso, senza metterlo nella condizione di poter liberamente scegliere tale opzione e di poter concludere il contratto a distanza o fuori dei locali commerciali in assenza di tale volontà.
  • In caso di esercizio del diritto di ripensamento, addebito o previsione di costi non dovuti in assenza della predetta informativa e/o della richiesta esplicita.

L'AGCM infine ha accertato anche altre condotte in violazione delle norme sui diritti del consumatore. In particolare Tiscali ha utilizzato procedure di teleselling non conformi a quanto stabilito dalla disciplina, mentre Wind e Fastweb hanno tenuto condotte illecite consistenti nel non far decorrere il termine per l'esercizio del diritto di ripensamento dalla proposta di concludere il contratto rivolta dai consumatori agli operatori.


Tom's Consiglia

Vi serve un telefono per casa? Il Philips M6601WB Luceo è un telefono cordless elegante e particolare.