Tom's Hardware Italia
Droni

Air Pix, il drone fotografo che si comanda coi gesti

Air Pix è il nuovo drone fotografo portatile di AirSelfie. Già disponibile al costo di 79 euro, è più piccolo e leggero di uno smartphone, è dotato di una fotocamera HD e può volare autonomamente o essere controllato dall'app, ma anche tramite gesture.

Estate, tempo di viaggi, di nuovi incontri e di tante, tante foto per immortalare i momenti più belli e intensi. Non c’è periodo migliore quindi per parlarvi di Air Pix, il nuovo drone fotografo portatile di AirSelfie, azienda specializzata in questo tipo di soluzioni, che ha raccolto già tanto successo col suo modello omonimo.

Rispetto all’AirSelfie 2 AirPix è forse leggermente più grande (102 mm x 85 mm x 13 mm), pur restando comunque estremamente compatto, ma è anche più leggero, con un peso di appena 52 grammi, in pratica quasi quanto una pallina da golf. Una caratteristica tra l’altro che consente di farlo volare senza doverlo registrare presso alcuna agenzia.

Da un punto di vista tecnico, Air Pix è dotato di una fotocamera da 12 Mpixel abbinata a un obiettivo grandangolare con FOV da 70°, in grado di catturare video in full HD a 30 FPS. Il drone ha poi anche una scheda microSD da 8 GB per salvare tutto in locale. Il range di volo massimo è di 18,2 metri, così da mantenere il drone sempre vicino all’azione per catturare ogni dettaglio, ma sufficientemente lontano per garantire che ogni cosa e persona siano inclusi nello scatto. Il tempo di volo con una sola carica è superiore ai 6 minuti, consentendo così di scattare centinaia di foto.

Per quanto riguarda il volo invece Air Pix è dotato di quattro rotori a spazzole e di tecnologia Smooth Air che utilizza sensori di posizionamento visivo e di flusso ottico per eliminare il drift, mentre un barometro interno si occupa della stabilizzazione verticale.

Le novità però riguardano soprattutto le tecnologie Capture Me e SYNControl e le nuove funzioni di pilotaggio offerte dall’app. Quest’ultima, compatibile sia con sistemi Android che iOS, consente di attivare il volo autonomo con un solo tocco. Air Pix decollerà e scatterà foto toccando un unico pulsante. Capture Me invece serve a far volare il drone a una distanza compresa tra 0,90 m e 1,5 m, restando sempre focalizzato sull’utente, scattando 5, 10 o 15 foto o registrando un video continuo, per poi tornare autonomamente dall’utente. SYNControl invece consente di pilotare e scattare selfie o registrare video senza la necessità di essere connesso allo smartphone, utilizzando gestualità e movimenti semplici.

Finanziato grazie a due campagne di crowdfunding su KickStarter che hanno consentito all’azienda di raccogliere quasi 900mila euro, Air Pix può essere acquistato sulla stessa piattaforma, a un costo di 79 euro.

Se preferite qualcosa di ancora più completo e versatile, date un’occhiata all’AirSelfie 2.