Telco

Project Taara: Alphabet testa la fibra senza fili sul fiume Congo

Alphabet, holding a cui fanno capo Google e le società da lei controllate, ha recentemente testato una nuova soluzione per fornire una connessione ad alta velocità (pari alla cd. “fibra”) a chi viva in luoghi scarsamente serviti e/o con impedimenti geografici tali da non consentire un facile accesso alla rete. Project Taara è uno dei progetti in sviluppo presso la divisione di ricerca e sviluppo del gruppo Alphabet, X (fino al 2015 Google X), guidata dall’imprenditore e informatico Eric “Astro” Teller. Su cosa si basa la tecnologia di Project Taara, quali sono le possibili applicazioni e cosa hanno svelato i test condotti sul fiume Congo?

Project Taraa si basa sulla tecnologia delle Wireless Optical Communications (WOC), introdotta dal precedente Project Loon – un’altra sussidiaria di Alphabet, che però ha cessato le attività nel gennaio 2021. La novità di Project Taraa è di avvicinare la WOC a terra e di essere applicato laddove il tradizionale cablaggio ottico sotterraneo è impossibile a causa della topografia. X ha raccontato, in un post, gli esiti della sperimentazione di Project Taraa sul fiume Congo, nel tratto tra Brazzaville e Kinshasa.

Vista satellitare del tratto del fiume Congo tra Brazzaville (sx) e Kinshasa (dx). Il fiume segna anche il confine tra i rispettivi Stati. Fonte: Google, Maxar Technologies

Brazzaville (2,5 milioni di abitanti, capitale della Repubblica del Congo) e Kinshasa (17,1 milioni di abitanti, capitale della Repubblica Democratica del Congo) sono separate dal fiume Congo, largo cca 5 km. Il Congo è il fiume più profondo del mondo (cca 220 metri) ed è anche il secondo al mondo per bacino e portata media. “La connessione è cinque volte più costosa a Kinshasa perché – afferma X – i cavi della fibra devono percorrere più di 400 km per aggirare il fiume”.

I ricercatori di X hanno perfezionato le WOC, riuscendo a superare lo spazio del fiume Congo mantenendo una velocità di connessione pari alla tradizionadatti a scopi come attraversare il fiume Congo con una velocità quasi inalterata. X afferma di essere riuscita a sostenere lo scambio di quasi 700TB di dati in 20 gg di prova, anche grazie alla distanza limitata e all’elevata visibilità tra le due sponde. La connessione si è attestata, secondo X, su “alta velocità (fino a 20Gbps) per la maggior parte del tempo” grazie alle WOC. X invita gli ISP a contattarla per effettuare altri esperimenti sul campo.

Hai problemi di rete a causa di un appartamento grande o perché hai un giardino? Puoi risolverlo con i Devolo Mesh WiFi 2.