Tecnologia

Altro che Orwell, la Francia spierà tutto e tutti con il pretesto del terrorismo

Per gli Stati Uniti fu il Patriot Act, dopo l'attentato alle Torri Gemelle. Era il 2001. Dopo quattordici anni gli americani hanno ridimensionato i poteri di sorveglianza elettronica delle reti telefoniche e digitali. Per la Francia invece è stata la strage nella sede del settimanale satirico Charlie Hebdo, il 7 gennaio scorso, a determinare l'approvazione di un disegno di legge da molti ritenuto liberticida.

Adesso sarà la commissione paritaria composta da sette deputati e altrettanti senatori ad elaborare una versione comune tra il testo adottato in Assemblea e quello adottato in Senato, comunque molto simili. È soltanto questione di tempo, poi il Projet de loi relatif au renseignement entrerà in vigore. In seguito soltanto la Corte Costituzionale potrebbe bloccare la legge, se mai riscontrasse difetti di conformità. 

Les deputes examinent la loi renseignement sur fond d unite nationale article popin 624x412
Manifestazione a Parigi contro la Loi sur le renseignement

Per molti aspetti, la legge francese è persino più intrusiva del Patriot Act statunitense. I servizi segreti (Services spécialisés de renseignement) potranno intercettare tutto e tutti, anche senza l'intervento della magistratura. Dal punto di vista tecnico, tutto il traffico sulle reti passerà attraverso le boîtes noires (scatole nere), cioè filtri digitali che gestori e provider dovranno sistemare nei loro router. Gli algoritmi che governano i dispositivi passeranno al setaccio ogni bit, a caccia di dati ritenuti "sospetti".

La potenza di calcolo sarà tale da analizzare ogni movimento digitale e dai metadati, in caso di allarme, si passerà all'intervento operativo. La legge consente ai servizi segreti di accedere direttamente a dati, metadati, user e password di utenti potenzialmente pericolosi. Provider e gestori telefonici dovranno consegnarli senza fare problemi e senza mandato del giudice. Sarà sufficiente il permesso accordato dal gabinetto del Primo ministro. Eventuali contrasti potrebbero essere sanati a posteriori, da una commissione di controllo.

1984 di George Orwell
1984 di George Orwell (carta) 1984 di George Orwell (carta)
1984 di George Orwell (Kindle) 1984 di George Orwell (Kindle)

Provate a leggere il testo della legge, semmai aiutandovi con il traduttore automatico di Google, e vi sembrerà di sfogliare le pagine di "1984" di George Orwell. Dalla Francia storicamente libertaria non ce lo saremmo mai aspettato e forse il commento più efficace è la vignetta disegnata per l'occasione da Luz, della redazione di Charlie Hebdo. 

Vignetta disegnata da Luz di Charlie Hebdo
Vignetta disegnata da Luz di Charlie Hebdo