Tom's Hardware Italia
Spazio e Scienze

Amazon Alexa risponde dopo, se non sa

Se fate una domanda ad Amazon Alexa su un argomento che ancora non conosce, l'assistente digitale non si limiterà più a dirvi che non sa la risposta, ma vi chiederà se volete che si appunti la domanda, per rispondere in un secondo momento, quando ne saprà di più. "Mò me lo segno" rispondeva Troisi a […]

Se fate una domanda ad Amazon Alexa su un argomento che ancora non conosce, l'assistente digitale non si limiterà più a dirvi che non sa la risposta, ma vi chiederà se volete che si appunti la domanda, per rispondere in un secondo momento, quando ne saprà di più. "Mò me lo segno" rispondeva Troisi a un monaco piuttosto insistente in Non ci resta che piangere. Ecco, Alexa risponderà con un più elegante "non conosco la risposta a questa domanda. Vuoi attivare Answers Update?", ma il succo è quello.

Ad accorgersi per primo di questa nuova funzionalità è stato un blogger di Voicebot che, interrogato Alexa su un certo argomento, si è sentito rispondere come appena riportato. Quando il blogger ha chiesto di cosa si trattasse la risposta è stata "quando non conosco la risposta a una domanda, la cerco e ti aggiorno in un secondo momento".  

L'aggiornamento avviene via notifica sul dispositivo su cui è installata l'assistente, quindi un tablet o uno smartphone, oltre ovviamente che Amazon Echo, lo smart speaker che però in Italia non è ancora disponibile (dovrebbe arrivare comunque entro l'anno). La funzione per il momento non è ancora disponibile a tutti gli utenti nel mondo ma il rollout sta avanzando a macchia di leopardo, come se fosse ancora in via sperimentale anche se, stando alle fonti, tutti gli utenti dovrebbero avere la nuova funzione attiva entro la prossima settimana.

Insomma, Amazon evolve costantemente Alexa, anche se c'è da constatare che l'obiettivo principale per cui è stata sviluppata, ossia agevolare gli acquisti proprio su Amazon, stranamente non è stato conseguito: secondo The Information infatti appena il 2% delle persone che utilizza normalmente Alexa, per lo più tramite lo smart speaker Amazon Echo, hanno effettuato acquisti online tramite comandi vocali nel 2018, nonostante il colosso dell'eCommerce abbia già venduto circa 50 milioni di dispositivi dotati di Alexa.  Forse la maggior parte delle eprsone desidera comuqnue vedere ciò che acquista, fosse anche virtualmente tramite display. Non è un caso infatti se Amazon ha pensato anche a una versione di Echo con schermo.


Tom's Consiglia

Al momento l'unico smart speaker commercializzato in Italia è Google Home, su Unieuro lo trovate a 149 euro.