Tom's Hardware Italia
Streaming e Web Service

Amazon Music Unlimited va a gonfie vele: +70% in un anno

Amazon Music Unlimited cresce con ritmi record: secondo più fonti avrebbe registrato un +70% in un anno grazie soprattutto alla sinergia con la linea Echo.

Amazon Music Unlimited in questo momento è il servizio di streaming musicale con il più alto tasso di crescita, secondo più fonti autorevoli contattate dal Financial Times. Il numero di persone che si iscrivono è cresciuto di circa il 70% nell’ultimo anno: si stima che Unlimited e Prime Music abbiano raggiunto ad aprile quota 32 milioni.

Spotify, che vanta 100 milioni di abbonati, continua a macinare clienti ma il suo tasso di crescita è di circa il 25% l’anno. Insomma, Amazon a distanza di quasi tre anni dal debutto finalmente inizia conquistare terreno grazie soprattutto al successo dei suoi dispositivi Echo basati sull’interfaccia vocale Alexa.

Anche la strategia tariffaria ha aiutato: se il prezzo base di 10 dollari al mese è allineato alla concorrenza Apple e Spotify, dall’altra per gli abbonati Prime si scende a 8 dollari e per i possessori di Echo a 4 dollari.

Non stiamo combattendo per gli stessi clienti di tutti gli altri“, ha dichiarato Steve Boom, responsabile di Amazon Music. “Perché l’industria raggiunga il suo pieno potenziale, non possiamo limitarci a guardare da 15 a 22 anni”. Ad esempio negli Stati Uniti è proprio il segmento dell’utenza più adulta quella che è ancora da conquistare. Circa il 14% degli abbonati ad Amazon Music ha 55 anni o più, rispetto a solo il 5% dei clienti di Spotify.

Ad ogni mondo le entrate legate al segmento musicale, per Amazon, non sono ancora così importanti. Il margine in effetti è ridotto, ma con nuove offerte premium qualcosa potrebbe cambiare. Da tempo pare essere al lavoro sull’audio ad alta risoluzione, ma in tal senso a Seattle sono ancora piuttosto abbottonati per svelare tempistica e tariffe.

Per entrare in punta di piedi nel mondo Echo si può provare la versione Dot.