Tom's Hardware Italia
e-Gov

Amazon vuole aprire negozi nelle strade, parte da New York

Amazon avvia la sperimentazione di negozi fisici, il primo test si terrà a New York.

Amazon aprirà un negozio tradizionale a Manhattan, nel cuore di New York. Lo racconta il Wall Street Journal, che dà anche altri dettagli: il negozio dovrebbe aprire in tempo per le spese natalizie, e sarà un esperimento per portare dentro ad Amazon l'esperienza "faccia a faccia" dei negozi fisici.

Più che un vero e proprio negozio, tuttavia, sembra che questo luogo sarà più che altro un punto di distribuzione. Avrà un inventario limitato – ovviamente non potrebbe mai contenere l'intero catalogo Amazon – e i consumatori potranno andarci per ritirare ciò che hanno comprato anche pochi minuti prima. Similmente i corrieri potranno usarlo come punto di appoggio per le consegne "in giornata" – un servizio che Amazon offre solo in alcuni luoghi.

"Si tratta di promuovere il marchio Amazon", ha commentato l'analista Matt Nemer. Non di fare concorrenza al classico emporio, ma piuttosto di ampliare e migliorare l'immagine di Amazon presso i consumatori. Anche per questo il negozio è in uno dei punti con il maggior traffico pedonale al mondo, di fronte all'Empire State Bulding, a due passi dal famoso Macy e vicino al Madison Square Garden.

Il vantaggio è che il consumatore assocerà Amazon alle consegne rapide ancora di più, mentre lo svantaggio potrebbe stare nelle spese aggiuntive: affitto, personale, costi di gestione si sommano al resto e potrebbero rendere più difficile mantenere prezzi competitivi. Si tratta comunque di uno scenario ipotetico, e l'azienda fondata da Jeff Bezos ha ancora tempo per decidere le proprie strategie.

Un esperimento per sua natura può fallire, e in tal caso non sentiremo parlare ancora di negozi Amazon – almeno per un po'. Se dovesse funzionare invece l'azienda potrebbe decidere di creare una vera e propria rete di punti di distribuzione propri, e magari trasformarli un giorno in veri e propri negozi. L'iniziativa in un certo senso estende l'idea degli "armadi di distribuzione" dove ricevere i propri ordini. Anche in Italia, dove InPost si sta impegnando molto per affermare questo modello (vedi anche InPost e TotalErg: spedisci i pacchi mentre fai benzina e ti fanno anche lo sconto e Dal benzinaio a spedire i pacchi con InPost e Repsol).