e-Gov

Apple acquista Beats per 3 miliardi, vuole cambiare musica

Apple ha acquisito Beats, ora si può dire con certezza, anche se manca l'approvazione delle autorità prevista entro l'anno. L'operazione giunge dopo settimane d'indiscrezioni, ma soprattutto si conferma – grossomodo – la cifra. Non i 3,2 miliardi paventati inizialmente ma 3 miliardi, dei quali 2,6 miliardi in contanti e 400 milioni in azioni. Con questa operazione Apple mette le mani sul servizio di streaming musicale in abbonamento Beats Music, e su Beats Electronics, che realizza le popolari cuffie Beats.

I cofondatori di Beats, Jimmy Iovine e Dr. Dre si uniranno ad Apple. L'azienda al momento non ha comunicato quale carica assumeranno i due. "La musica è una parte importante delle nostre vite e ha un posto speciale nei nostri cuori qui in Apple", ha dichiarato l'amministratore delegato Tim Cook. "Questo è il motivo per cui continuiamo a investire nella musica e abbiamo creato questo straordinario team, in modo che da poter continuare a creare i prodotti e i servizi musicali più innovativi al mondo".

Iovine, Cooke, Dr. Dre e Eddy Cue

"Ho sempre saputo nel mio cuore che Beats era molto vicina ad Apple", ha dichiarato Jimmy Iovine. "Quando abbiamo fondato l'azienda ci siamo ispirati all'ineguagliata capacità di Apple di sposare cultura e tecnologia. Il profondo impegno di Apple verso gli appassionati di musica, artisti, cantautori e l'industria della musica è qualcosa di speciale".

Apple, secondo le parole pronunciate da Eddy Cue, boss dei servizi iTunes, App Store e iCloud, alla Code Conference, ha acquistato Beats per tre ragioni principali: il talento, la qualità sonora delle cuffie (ma qui si potrebbe discutere, ndr) e Beats Music, un servizio in abbonamento che Cue ha definito "il primo davvero fatto bene". E poi è chiaro che Apple desiderava avere tra le proprie fila due potenti del mondo musicale come Dr. Dre e Jimmy Iovine.

In attesa di scoprire come si articolerà concretamente l'intesa – ma passerà del tempo – il marchio Beats continuerà a esistere e così le applicazioni Android e Windows Phone di Beats Music, un servizio che per ora non è disponibile nel nostro paese.

A quanto pare tutti, in quella stanza, hanno un motivo per ridere…

Passa nelle mani di Apple la progettazione hardware, quindi anche quella delle famose cuffie. Il team di Beats Music sarà supervisionato da Eddy Cue, che già si occupa di iTunes, App Store e iCloud. Phil Schiller si occuperà del marketing di Beats, e questo è un segno che Dr. Dre e Iovine assumeranno ruoli di altro genere nell'organico della Mela.

Continueranno inoltre a essere onorati i contratti in essere. La partnership di Beats con HP (Hewlett-Packard) durerà infatti per tutto il 2015. Il produttore di PC, infatti, può continuare a sviluppare nuovi prodotti con tecnologie e logo Beats Audio nel 2014 e venderli anche il prossimo anno. E di fatti HP non fa mistero di essere al lavoro per realizzare una nuova gamma di prodotti, ora con una freccia in più nel suo arco: l'eco mediatica di questa acquisizione e di Apple.