e-Gov

Apple cambia politica, antivirus consigliati

Apple ha deciso di cedere al fascino della sicurezza, e, da qualche giorno consiglia ai propri utenti di installare ed utilizzare un software antivirus.

Le cose sono cambiate, dal lancio di Leopard, quando la sicurezza del sistema operativo era una colonna portante di una certezza assoluta. Il recente messaggio di Apple, in effetti, non potrebbe essere più chiaro: "Apple incoraggia la diffusione di diverse applicazioni antivirus, così che i programmatori di virus abbiano più di un ostacolo da superare, e il loro lavoro sia più difficile".

 

Immancabile, il collegamento all'AppStore per acquistare una delle applicazioni consigliate.

La crescita del numero degli utenti Mac ha qualcosa a che fare con questo cambio di rotta? Probabilmente sì: anche se c'è chi sostiene il contrario, l'immunità ai virus dei sistemi Mac è (era?) legata in gran parte alla sua scarsa diffusione. In altre parole, il gran numero di Mac in circolazione comincia a rappresentare un bersaglio appetibile per chi scrive malware, e la stessa Apple se n'è accorta.

Che sia giunto il momento di rimettere in discussione il tema della sicurezza?