Tom's Hardware Italia
Home Cinema

Apple, l’HomePod economico potrebbe essere marchiato Beats

Una versione più economica dell'HomePod marchiata però Beats Audio: potrebbe essere questa la strategia di Apple per conquistare una maggior fetta di mercato secondo alcuni rumor riportati da Strategy Analytics. Le fonti parlano di un costo di circa 199 dollari. Come vi abbiamo anche spiegato di recente è difficile valutare l'andamento dell'HomePod sul mercato. Su […]

Una versione più economica dell'HomePod marchiata però Beats Audio: potrebbe essere questa la strategia di Apple per conquistare una maggior fetta di mercato secondo alcuni rumor riportati da Strategy Analytics. Le fonti parlano di un costo di circa 199 dollari.

Come vi abbiamo anche spiegato di recente è difficile valutare l'andamento dell'HomePod sul mercato. Su oltre 9,2 milioni di smart speaker commercializzati nel primo trimestre del 2018 Apple ne avrebbe venduti solo 600.000, una cifra in assoluto bassa ma che a fronte del prezzo dei dispositivi potrebbe anche essere guardata positivamente. Ciò che è certo è che l'assistente digitale Siri è molto più indietro rispetto a Google Assistant e Alexa di Amazon e non è un caso dunque se queste ultime due possiedano rispettivamente il 26,5% e il 43,6% del mercato, contro il 6% di Apple.

homepod white shelf 0

La scelta potrebbe avere effettivamente senso: attualmente HomePod ha un vantaggio consistente sulla concorrenza proprio per quanto riguarda la qualità dell'audio riprodotto, grazie a un impianto con 7 tweeter e un woofer da 4 pollici e alla capacità di ottimizzare l'audio in base alle caratteristiche acustiche e alle dimensioni della stanza.  

Leggi anche: Apple HomePod, qualità audio promossa dagli audiofili

Purtroppo però in uno smart speaker le capacità audio contano non più del 50% e Siri come detto non è all'altezza dei principali competitor. Questo Apple lo sa bene, tant'è che anche sulla pagina ufficiale del prodotto la presenza di Siri e limitata a un trafiletto in fondo mentre si punta tutto sulle capacità audio. Un prodotto simile, a un prezzo minore e targato Beats, avrebbe dunque più senso e aiuterebbe a differenziare l'offerta.

Sulla lunga distanza però Apple dovrà fare qualcosa per Siri, che in questi anni sembra non aver mai occupato un posto centrale nelle strategie aziendali. Vedremo magari già a settembre se la musica cambierà a Cupertino o se le idee sul futuro di Siri continueranno a rimanere nebulose.


Tom's Consiglia

Il Bose SoundTouch 10, speaker wireless dell'azienda statunitense, è compatibile con Android e iOS ed è attualmente in offerta su Amazon.