Tom's Hardware Italia
e-Gov

Apple sorpassata da Google e Lenovo, mangerà la polvere?

Lenovo ha venduto più PC di Apple, che ha perso il primato di marchio più prezioso al mondo.

Tempi duri, anzi durissimi per Apple. L'azienda di Cupertino è stata infatti sorpassata a destra e a sinistra rispettivamente da Lenovo e Google. Il colosso cinese ha venduto più PC di Apple negli Stati Uniti, facendo segnare una storica prima volta; mentre il marchio fondato da Larry Page e Sergei Brin, invece, ha tolto ad Apple il primato di marchio con il maggior valore al mondo.

Il sorpasso da parte di Lenovo è più una questione di orgoglio che di soldi, visto che Apple continua a vendere moltissimi computer. È piuttosto l'azienda cinese da aver ottenuto un risultato impressionante: come abbiamo già visto in precedenza, infatti, Lenovo riesce a crescere a ritmi vertiginosi in un mercato che va nella direzione opposta. I dati pubblicati da Lenovo di fatto confermano quelli riportati spesso da Gartner, IDC e altri, ciò nondimeno sorprende che siano riusciti a vendere più PC loro che Apple, soprattutto considerando che parliamo del pubblico statunitense.

Quella del marchio più prezioso al mondo è invece una sfida tutta "made in USA", certificata Millward Brown, società che si è dotata di uno speciale algoritmo con il quale ha stilato la propria classifica dei cento marchi più preziosi (PDF). Ebbene, oggi il marchio Google vale 159 miliardi di dollari, undici in più rispetto ad Apple. L'azienda di Mountain View è riuscita nell'impresa, spiega R. Williams sul Guardian, grazie soprattutto agli investimenti in nuovi settori come le auto intelligenti, la salute e altro.

Va poi sottolineato che ancora una volta le prime posizioni della classifica sono dominate da aziende che operano nel settore tecnologico: dopo Google ed Apple infatti troviamo IBM, Microsoft, Tencent, SAP, Facebook, Baidu, Samsung, Oracle, HP, Accenture e così via. Si potrebbe dire a questo punto che un secondo posto non è poi tanto male per Apple, e anche che restare dietro a Google non è certo disonorevole. C'è però un ultimo dettaglio sgradevole: rispetto all'anno scorso Apple non ha perso solo il primo posto ma anche il 20% del valore. L'unica altra azienda il cui marchio ha perso valore è stata IBM, che però si è fermata a un -4%.

Tutti gli altri invece stanno crescendo: Google (+40%), Microsoft (+29%) e Facebook (+68%) lasciano presagire che per Apple l'anno prossimo non ci sarà nemmeno il podio, se non ci sono cambiamenti rilevanti. Chissà se un iPhone più grande e il chiacchierato iWatch faranno una differenza rilevante. In ogni caso – è bene ricordarlo – questa è una valutazione esterna e non ha nulla a che fare con i conti delle aziende incluse. Apple, come sappiamo, dal punto di vista finanziario sta benissimo.