e-Gov

Auto con chiavi wireless? Poco sicure, basta un hack

Un ricercatore del Politecnico federale di Zurigo ha scoperto un modo per clonare il cosiddetto PKES, o passive keyless entry system, ovvero il sistema che permette di entrare in un auto e avviarla senza estrarre le chiavi dalla tasca, o dalla borsa.

Questa tecnologia usa un sistema di prossimità in grado di riconoscere quando la chiave è nei dintorni dell’automobile, autorizzando lo sblocco delle portiere e il successivo avvio del motore, che di solito avviene tramite la pressione di un pulsante posizionato all’interno dell’abitacolo.

Il sistema passivo di apertura delle auto

Le chiavi sono criptate ma questo è irrilevante, dato che i ricercatori hanno scoperto che bastano due antenne in grado di ripetere il segnale, per ingannare la macchina facendo finta che la chiave sia nei paraggi, autorizzando così l’apertura e la partenza della vettura.

I ricercatori hanno effettuato i loro esperimenti su 10 modelli di auto, di 8 diversi produttori, riuscendo a duplicare il segnale di tutte le chiavi, senza eccezioni. Per garantire il funzionamento del sistema, un’antenna deve essere a meno di 8 metri di distanza dalla chiave, mentre l’altra deve essere molto vicina alla macchina.

Per duplicare il segnale della chiave bastano due antenne

La duplicazione del segnale è stata testata in due modi. Con la prima modalità è bastato un cavo da 40 euro, che è stato usato per trasmettere il segnale. Nel secondo test invece, il segnale è stato inviato senza fili usando un’attrezzatura dal costo variabile, dai 75 ai 700 euro, a seconda della qualità dei componenti usati.

Come difendersi da questo tipo di attacchi? I ricercatori suggeriscono ai proprietari delle macchine di riporre le chiavi in una scatola metallica, in modo da isolare il segnale, mentre ai produttori di automobili consigliano di creare un interruttore sulla chiave, in modo da “spegnere” la trasmissione del segnale.

Per isolare il segnale è sufficiente una scatola metallica

Ma a questo punto la comodità di questo optional sarebbe sacrificata in favore della sicurezza, rendendolo di fatto inutile, o quasi uguale a una qualsiasi chiave con telecomando.

Il team responsabile di questa ricerca sta collaborando attivamente con le aziende automobilistiche per sviluppare nuovi protocolli di sicurezza che si accorgano che la chiave sia effettivamente vicina alla macchina. Nel frattempo, se avete un’auto con questo sistema di apertura e volete sentirvi più sicuri, meglio munirsi di scatole metalliche per difendervi da eventuali ladri hi-tech.