e-Gov

Banda larga obbligatoria per tutte le nuove abitazioni

A partire da oggi tutte le nuove abitazioni dovranno avere la predisposizione alla banda larga. Merito del decreto Sblocca Italia, appena entrato in vigore, e delle sue norme riguardanti anche la connettività delle abitazioni.

"Tutti gli edifici di nuova costruzione devono essere equipaggiati con un'infrastruttura fisica multiservizio passiva interna all'edificio, costituita da adeguati spazi installativi e da impianti di comunicazione ad alta velocità in fibra ottica fino ai punti terminali di rete", recita il primo comma dell'articolo 135-bis, che copre anche le case oggetto d'importanti ristrutturazioni.

fibra ottica

Per chi si fosse perso qualche passaggio con "infrastruttura fisica multiservizio" s'intende "il complesso delle installazioni contenenti reti di accesso cablate in fibra ottica".

Una soluzione che garantisce l'accesso a Internet tramite banda ultralarga e che permette di collegare l'access point dell'edificio con il punto terminale di rete.

Il secondo comma riguarda proprio i punti di accesso, che diventeranno obbligatori in tutti i nuovi edifici. Il terzo comma, infine, prevede che i cosiddetti "edifici smart" possano beneficiare, ai fini di cessione, affitto o vendita dell'immobile, dell'etichetta di "edificio predisposto alla banda larga".