Spazio e Scienze

Batterie Energizer EcoAdvanced: le prime realizzate con materiale riciclato

Le Energizer EcoAdvanced sono fra le prime batterie stilo ad essere realizzate con circa il 4% di materiali riciclati. Il colosso statunitense le ha presentate sul mercato statunitense quasi come una rivoluzione per il settore: in fondo si fabbricano recuperando le batterie esaurite e pare che vantino anche una durata superiore rispetto a quelle tradizionali (Energizer Max) – contribuendo in proporzione alla riduzione di circa il 7% di gas serra.

Energizer EcoAdvanced

Energizer EcoAdvanced

Storicamente le batterie alcaline sono sempre state trattate come spazzatura irrecuperabile per una questione di costi. Oggi a distanza di 7 anni dai primi studi, Energizer è riuscita a individuare una modalità efficiente di recupero per lo zinco e il manganese presenti nelle alcaline.

Alla domanda sul perché solo il 4% possa essere impiegato, la responsabile marketing dell'azienda Michelle Atkinson ha risposto che oggi rappresenta un collo di bottiglia perché pochi specialisti della raccolta differenziata lavorano le batterie esaurite. Ora con un valore economico in ballo è possibile che qualcosa cambi.

La speranza per Energizer è di avere batterie EcoAdvanced con il 40% di materiale riciclato entro il 2025 – e in un futuro più lontano raggiungere il 100%.

Il prezzo di listino statunitense per le EcoAdvanced sarà di 5 dollari per la confezione da quattro – circa il 25% in più rispetto alle tradizionali. In Italia non sono ancora disponibili.