IoT

British Airways introduce i tag RFID, addio bagagli persi e check-in lunghi

Si chiama ViewTag ed è il nuovo cartellino digitale per bagagli che sarà disponibile in autunno per tutti i clienti British Airways. Si tratta sostanzialmente di un dispositivo dotato di chip Bluetooth Low Energy a basso consumo e display E-Ink come quello degli eReader, per visualizzare i dati di viaggio. Grazie alla tecnologia RFID (Radio Frequency Identification o identificazione tramite radiofrequenza) gli utenti potranno dunque effettuare il check-in prima ancora di arrivare in aeroporto e conoscere in ogni istante la posizione dei propri bagagli comodamente da smartphone, eliminando così il rischio di perderli e diminuendo i tempi per il check-in.

Il funzionamento è davvero semplice. View‎TAG funziona come detto in abbinamento all’app per iOS e Android. Tramite quest’ultima, dopo aver effettuato il log-in col proprio account British Airways, l’utente potrà sincronizzare le informazioni del volo col dispositivo, agganciato al bagaglio tramite una clip di sicurezza particolare.

Fatto questo, oltre a seguire la posizione del proprio bagaglio in tempo reale tramite l’app, l’utente potrà anche saltare la fila al check-in, recandosi invece presso appositi totem ed effettuando una semplice sincronizzazione da smartphone, per poi consegnare il bagaglio al nastro trasportatore.

British Airways comunque non è l’unica azienda ad aver deciso di affidarsi alle tecnologie RFID. Delta Airlines l’ha già fatto dal 2016, mentre la scorsa estate la IATA (International Air Transport Association) ha deciso che, a partire dal 2020, la tecnologia RFID dovrà essere utilizzata in tutti gli aeroporti, consentendo così a personale e passeggeri di tracciare i bagagli dal check-in in poi.

Tornando a ViewTag, lo schermo è accreditato per un massimo di 3000 aggiornamenti immagine, mentre il dispositivo non necessita di alcuna ricarica e può funzionare per anni. British Airways ha già avviato le prenotazioni al costo di 63 sterline (circa 70 euro), mentre da ottobre, mese dell’effettiva disponibilità, il prezzo finale sarà di 80 sterline (poco meno di 90 euro).