Criptovalute

Cambiamenti climatici: la Finanza Decentralizzata potrà dare una mano

Riparare il nostro pianeta costerà un sacco di soldi. Non è difficile trovare proiezioni di quei costi che arrivano a migliaia di miliardi di dollari. Storicamente, gli Stati Uniti investono circa il 17-20% del loro prodotto interno lordo, ma affrontare alcune delle più grandi sfide ambientali e sociali del mondo nel prossimo decennio richiederebbe agli Stati Uniti di aumentare tale investimento a cifre più prossime al 22%-24%. Fortunatamente, la tecnologia blockchain offre qualche speranza per accelerare questo percorso in avanti in tre modi diversi.

Il primo riguarda i nuovi metodi per tracciare, gestire e acquisire i resi. La logica dei contratti intelligenti consente alle aziende di fare cose che non erano facili da fare su larga scala in passato, come tenere traccia delle emissioni di carbonio di una singola impresa e abbinarle ad attività di compensazione.

L’utilizzo della tecnologia blockchain e dei contratti intelligenti consente di esaminare il ciclo di vita totale di un prodotto, di allegare le emissioni di carbonio ai token di asset lungo il processo e di portare sul mercato prodotti che hanno un’impronta di carbonio netta verificabile pari a zero. Centinaia di aziende hanno promesso un percorso verso emissioni nette di carbonio pari a zero e questo offrirà loro un meccanismo dimostrabile per arrivarci.

Photo credit - depositphotos.com

In secondo luogo, le blockchain ci consentono di segmentare le risorse in modi che non erano possibili o semplici in passato. I titoli garantiti da ipoteca consentivano agli investitori di acquistare fette di rischio in un pool di titoli, ma in pratica la valutazione del rischio era soggettiva. Con un contratto intelligente basato su blockchain, è possibile tokenizzare separatamente un investimento in energia rinnovabile come asset di produzione di energia, offrendo uno a un investitore di utility a basso rischio e l’altro a una società che ha promesso compensazioni di carbonio al 100%, con flussi di dati e contratti intelligenti che verificano i risultati e distribuiscono i rendimenti.

In terzo luogo, gli investitori blockchain hanno qualcos’altro di cui le società hanno bisogno per finanziare il percorso verso un mondo migliore: un’alta tolleranza al rischio. Bloomberg stima che 500 miliardi di dollari sono stati versati nelle energie rinnovabili nel 2020, una cifra ancora troppo bassa, che però ha richiesto anni per costruire le competenze e le opportunità di investimento. Se si vuole davvero accelerare il percorso in avanti sui cambiamenti climatici, allora c’è bisogno di investitori più tolleranti al rischio, che mettano il capitale nelle mani dei gestori di portfolio che dovranno imparare e migliorare nell’individuare gli investimenti.