Fotografia

Canon PowerShot G16, debutta la nuova compatta top

Canon ha annunciato la nuova PowerShot G16, ultima nata della serie G che si pone al vertice della categoria "compatte". A differenza della G1X, che ha rappresentato un elemento di rottura e che costituisce tutt'ora un caso a sé stante, la PowerShot G16 prosegue nel solco della tradizione delle compatte G, e aggiorna la G15 mantenendo molti punti fermi ma introducendo anche diverse novità interessanti.

Debutta qui ad esempio il nuovo processore d'immagine DIGIC 6, che promette prestazioni mai viste: messa a fuoco in 0,10 sec e ritardo allo scatto di 0,13 sec, per iniziare (da confrontare con gli analoghi 0,36/0,40 sec della G12 e 0,17/0,22 della G15). Ma, soprattutto, promette una cadenza di scatto è davvero stellare: 12,2 fps per i primi 5 scatti, che scendono poi a un comunque notevole valore di 9,3 fps mantenuti per oltre 500 scatti consecutivi. Le maggiori prestazioni del processore DIGIC 6 serviranno anche a preservare meglio i dettagli delle immagini JPEG. Secondo Canon, a 3200 ISO la G16 conserva il 30% di dettaglio in più rispetto alle fotocamere basate su DIGIC 5.

Lente e sensore riprendono gli analoghi montati anche dalla G15. Troviamo quindi lo zoom 5X equivalente a 28-140mm che è ormai una sorta di biglietto da visita per questa serie di fotocamere, con un'apertura massima di f/1.8-2.8 che è uno dei punti di forza di questa macchina. Anche il sensore è rimasto invariato per dimensioni e risoluzione: 1/1.7", 12,1 Mpixel. Grazie al nuovo processore, la sensibilità massima è pari a ben 12.800 ISO.    

Invariato anche il display posteriore, che rimane il 3" non orientabile da 922.000 punti della G15. Novità importanti riguardano invece l'introduzione del Wi-Fi e di nuove modalità foto e video. Per quanto riguarda il video, da segnalare il supporto al formato Full HD 60p, mentre per quanto riguarda le foto sono state introdotte modalità specifiche per il cielo notturno (foto statica e scia di stelle, oltre al time-lapse) e per il controllo dello sfocato. Naturalmente, come si può vedere dalle immagini, sono stati mantenuti anche tutti i controlli manuali caratteristici di questa serie, e la fotocamera supporta la scrittura RAW.

Chiudiamo menzionando lo stabilizzatore ottico a 5 assi, che si avvale della funzione intelligent IS per la selezione automatica della modalità, da standard a "panning", passando per le modalità macro o all'esclusione, quando la fotocamera è installata su cavalletto. Non è ancora stato annunciato il prezzo per l'Italia, ma si conosce quello UK – poco meno di 650 euro – e ci aspettiamo che questo sia indicativo per tutto il mercato europeo.