e-Gov

Caso Microsoft, UE: “pressioni dagli States”

Neelie Kroes, commissario europeo sulla concorrenza, ha affermato che il governo americano sta cercando di influenzare la Commissione europea sul caso antitrust riguardante Microsoft. L'ambasciata americana di Bruxelles gli ha chiesto di "essere carina" con Microsoft, dopo la sua decisione di multare il gigante del software di 280 milioni di euro a giugno.

Il commissario si è detta rammaricata dell'intervento, affermando: "Questo è certamente un intervento non corretto ".

Insomma, se l'Unione era già invisa a Microsoft, questo pasticcio potrebbe aumentare ancora di più le divergenze tra le parti, tanto che le sorti di Windows Vista potrebbero essere ancora più incerte di prima.

Notizie correlate:

"Con Vista 50.000 nuovi posti di lavoro"

Microsoft, nel mirino dell'UE anche Office?

La paura di Microsoft sulle decisioni UE

Windows Vista in Europa con ritardo?