Home Cinema

Cinque schede audio esterne per un semplice ascolto via USB

Pagina 1: Cinque schede audio esterne per un semplice ascolto via USB


Introduzione

Introduction

Al giorno d’oggi l’interfaccia USB è considerata
una porta standard. Utilizzata per periferiche come mouse, joystick, scanner
e stampanti, può far funzionare anche schede audio. Bisogna ammettere
che beneficiare di un equipaggiamento avanzato solo connettendolo a un a porta
USBè un grande vantaggio. Inoltre, per ora è l’unica soluzione
adottabile per aumentare le prestazioni sonore di un computer portatile, solitamente
ristrette alle sole funzioni base.

Questo tipo di connettività è riuscita a ritagliarsi la sua fetta
di mercato, specialmente dopo l’uscita dello standard 2.0 che permette di trasmettere
fino a 480MB/sec, una quantità di dati molto più elevata rispetto
lo standard 1.1, e di conseguenza la possibilità di sviluppare periferiche
più pretenziose sotto questo aspetto. Le negatività di questo
standard si riscontrano quando si possiede un computer un po’ vecchio, con il
quale non è possibile utilizzare le ultime schede sonore, oppure, se
supporta lo standard 2.0, le prestazioni ne risentiranno molto, con conseguente
rallentamento di tutto il sistema. Il maggior inconveniente
del le schede audio USB è che richiedono un maggiore utilizzo del processore:
se non si possiede un PC "giovane", l’impatto prestazionale sarà
molto intenso e gravoso.

A parte questi svantaggi, è ovvia la comodità di utilizzare una
scheda audio semplicemente connettendola a una porta USB. Non è inoltre
necessario rimuovere o disabilitare la scheda interna presente nel PC desktop
o laptop; la schede USB convivono tranquillamente con quelle già esistenti.

Pagina 1: Cinque schede audio esterne per un semplice ascolto via USB

Indice