IoT

Com’è fatto

Pagina 4: Com’è fatto

Dyson (8)

C'è un unico tasto, quello di accensione, e accanto si trova anche il piccolo display che indica la temperatura impostata e lo stato del Wi-Fi. Da spento non c'è alcuna traccia dello schermo, nascosto sotto alla scocca. Attorno al tasto di accensione, un anello assume il colore rosso o blu in base alla modalità inserita, cioè riscaldamento o raffrescamento.

Dyson (10)

Ai lati del corpo forellato, che nasconde il filtro, ci sono due tasti che appunto permettono di sbloccare e cambiare agilmente il filtro. Dietro troverete solo la spina per l'alimentazione.

Telecomando e funzioni base

L'uso dell'applicazione, che vedremo fra poco, non è obbligatorio per sfruttare Pure, ma caldamente consigliato. Nella confezione troverete un telecomando, minimalista, a infrarossi e alimentato da una batteria a bottone che potrete sostituire rimuovendo una vite sul fondo.

Il fatto che sia a infrarossi richiede di essere puntato nella direzione del purificatore per inviare il comando, e per questo non risulta sempre comodo. Questo è uno dei motivi per cui è consigliato l'uso dell'applicazione, che sfruttando il wi-fi casalingo vi permette di interagire da qualsiasi posizione della casa.

Dyson (11)

Con il telecomando potrete accendere e spegnere Pure, selezionare la modalità raffrescamento e riscaldamento, impostare la temperatura o la potenza della ventola, attivare la rotazione o il basculamento, selezionare l'ampiezza del flusso d'aria, impostare la modalità notturna o il timer di spegnimento.

In pratica potrete fare tutto quello che farete con l'applicazione, anche se in maniera più lenta e senza un riferimento visivo chiaro quanto quello che avrete con l'App.