Tom's Hardware Italia
Home Cinema

Conclusioni: la Apple ce l’ha fatta ancora!

Pagina 15: Conclusioni: la Apple ce l’ha fatta ancora!
Quando quelli della Apple decidono di produrre qualcosa di nuovo, solitamente fanno un buon lavoro. Con la terza generazione di iPod, hanno aggiunto una serie di nuove caratteristiche per aumentarne la funzionalità. Abbiamo inoltre preso in considerazione alcuni accessori molto utili per chi vuole estendere la versatilità dell'iPod.

Conclusioni: la Apple ce l’ha fatta ancora!

Come abbiamo già detto nell’introduzione di questo articolo,
è difficile migliorare un prodotto giù ottimo. Alla Apple hanno
fatto un gran lavoro con la distribuzione della terza generazione di iPod. Sembra
quasi che gli ingegneri si siano ammazzati di lavoro straordinario per trovare
i punti da migliorare nell’iPod.

Cosa c’è che non va nel nuovo iPod? Non molto. La Apple
ha ridotto il peso, migliorato il design e aggiunto funzioni. Se proprio dobbiamo
cercare il pelo nell’uovo, la sensibilità della nuova rotellina di navigazione/scroll
e dei tasti di controllo dovrebbe essere più simile a quella della prima
generazione. I miglioramenti della rotella sono davvero positivi, dato che ora
è impedito l’ingresso di sabbia, polvere e sporcizia, cose che alcuni
utenti hanno dichiarato essere tra le cause di rottura degli iPod delle precedenti
serie. Complessivamente, le modifiche sono state migliorative. L’aggiunta della
docking station è un’altra caratteristica ben congegnata, dato che è
funzionale e offre un posto sicuro dove riporre l’iPod mentre si sta caricando
o quando non è in uso.

Le nuove opzioni del firmware della terza generazione sono
ottime; includono due giochi (Parachute e Solitaire) e l’applicazione Notes.
La miglioria più importante è il fatto di poter creare una lista
di canzoni da eseguire, cosa che non si poteva affatto fare con la prima generazione.
Non si sa ancora se la Apple estenderà il firmware 2.0.1 ai vecchi iPod.
Tecnicamente parlando, non vediamo alcun motivo perchè ciò non
venga fatto e ci stupiamo che la Apple non abbia già realizzato questa
implementazione. Le modifiche sono da apprezzare e aggiungono del valore a quello
dato dalle precedenti versioni.

La Apple ha ricevuto molti apprezzamenti e complimenti per
come è stato studiato e realizzato l’iPod. In questo periodo in cui spadroneggiano
prodotti elettronici da volantino a basso costo, sembra quasi impossibile che
vengano ancora realizzate periferiche di una tale qualità. Abbiamo la
sensazione che la Apple si sia guadagnata un altro premio "THG Editor’s
Choice", con la sua terza serie di iPod. E’ chiaramente il migliore della
sua categoria e di gran lunga più avanti dei suoi concorrenti, almeno
per il momento. L’iPod è uno dei migliori prodotti come architettura
e design che abbiamo mai recensito. Non siamo soliti dispensare questo tipo
di elogi, ma la Apple se li è guadagnati. Crediamo che al momento questo
sia il miglior lettore MP3, basato su hard disk, che il denaro possa comprare.

L’iPod potrebbe non avere vita facile come in passato, considerando
le nuove sfide in agguato preparate da Creative e Philips. Il costo rimane ancora
un ostacolo importante per molti acquirenti. Con il prezzo consigliato di 399$
per l’unità da 15GB, è facile capire perchè molte persone
esitino a comprare un iPod. La Apple ha sempre saputo che il prezzo era troppo
alto rispetto ai concorrenti ma molti utenti sostengono che comprando Apple,
paghi un po’ di più per un design e una facilità d’uso che non
otterresti con nessun altro prodotto. Se questo è vero, allora è
evidente che la Apple conosce bene cosa vuole chi cerca un lettore MP3 portatile
con hard disk. Dato che l’iPod continua ad essere da tempo una "gallina
dalle uova d’oro", sarà interessante vedere come la Apple risponderà
ai concorrenti che potrebbero potenzialmente sottrarle fette di mercato. Nel
frattempo, aspettiamo la quarta generazione di iPod, se mai uscirà. Non
riusciamo ad immaginare cosa potranno fare per migliorare quest’ultimo iPod.
Quanto potrà diventare piccolo? THG fa i complimenti ai team di ingegneri
e designer, per aver centrato un’altra volta il bersaglio. Ben fatto!