Home Cinema

Conclusioni – l’importante è sperimentare

Pagina 8: Conclusioni – l’importante è sperimentare

Conclusioni – l’importante è sperimentare

La cronaca di Luigi Mango di PC Tuner termina qui, esprimiamo fin da subito un ringraziamento sentito ai ragazzi di Pc Tuner e a quelli del Crio Team di Roma, è stato veramente un piacere lavorare con una squadra di veri competenti.

Lo scopo di questo dispiegamento di forze, know how e hardware non era certo far segnare dei punticini a questo o a quel programma, bensì la pura sperimentazione. Abbiamo potuto assistere al comportamento di hardware sottoposto a condizioni estreme, le curiosità e le sorprese non sono mancate. Condensatori che a -40° si rifiutano di funzionare, schede madri che sembrano perdute per sempre che riprendono a lavorare da un momento all’altro…

Quello che veramente mi ha stupito è stato vedere il processore Pentium 4 Extreme di Intel partire e funzionare con una stabilità che ha dell’incredibile alla frequenza record di 4,8 GHz (abbondanti). Il core Northwood si è dimostrato, ancora una volta, un vecchio leone che non ha nessuna intenzione di andare in pensione.

Tornando al discorso dei record, i 28 secondi al Super Pi e i 12.221 punti al 3D Mark 2003 rappresentano al momento il record italiano nelle rispettive categorie. Peccato che Futuremark, l’azienda produttrice di 3Dmark, si sia rifiutata di accettare il nostro punteggio e quindi non entreremo ufficialmente nella Hall Of Fame. La scusa addotta è stata che il processore da noi usato non è riconosciuto come valido in quanto "Engineering sample", ovvero campione di preproduzione.

Fatto sta che i primi posti nella Hall of Fame attuale sono detenuti da team che hanno usato P4EE con moltiplicatori impostati a x18 e x19, possibile da quanto ne so, solo con CPU come quella in nostro possesso. Che la Hall of Fame di 3D Mark sia soggetta a… ottimizzazioni?

Visitate PCTuner per trovare ulteriori informazioni, e un buon numero di video da scaricare.