e-Gov

Cyber bibita in lattina: un click e in tre minuti si congela

La lattina della bibita West Coast Chill è la prima al mondo che premendo un tasto consente l’auto-congelamento in pochi minuti. Sembra una miracolo (commerciale) eppure senza bisogno di alimentazione o batterie, la “comunissima” lattina sviluppata dalla Joseph Company International raggiunge in circa tre minuti la temperatura di -1 grado. La prima bevanda disponibile è basata su ingredienti naturali, ed è completamente priva di zucchero, caffeina, colori e aromi artificiali. Difficile in verità credere che possa essere qualcosa di così naturale, ma tant’è…

West Coast Chill

Quel che conta è il segreto della lattina: la tecnologia Microcool. In verità la società che ne ha curato lo sviluppo aveva già provato a sbarcare sul mercato alla fine degli anni ’90, ma l’utilizzo del gas serra HFC134A e l’interessamento dell’Environmental Protection Agency ne aveva fiaccato ogni velleità commerciale. “Aprire una sola lattina auto-congelante avrebbe lo stesso impatto sull’effetto serra di un un’auto in corsa per 200 miglia”, disse Christian Patterson, attivista di Ozone Action.

Oggi però Microcool è stata persino premiata con l’EPA Stratospheric Award considerato l’alto livello di rispetto ambientale raggiunto. L’effetto refrigerante si ottiene grazie all’uso di carbone attivo derivato da materiali organici vegetali rigenerati, e anidride carbonica bonificata dall’atmosfera. Ovviamente la miscela non entra in contatto con la bibita, ma è stivata nella base del contenitore.

Ingredienti  – Clicca per ingrandire

Le prime lattine di West Coast Chill saranno distribuite da marzo nel Sud della California e a Las Vegas al prezzo di 2,95 dollari.