Tom's Hardware Italia
Spazio e Scienze

Datacenter condominiale per fare l’acqua calda

Una società tedesca fonda il proprio business sull'idea di piccoli data center raffreddati ad acqua. Il calore non va perso ma è immesso nei circuiti di riscaldamento degli edifici.

Trasformare i data center in caldaie per l'acqua, ecco l'idea insolita e (forse) brillante della società tedesca Cloud & Heat Technologies GmbH. L'azienda divide i data center in piccoli gruppi di server e li posiziona in edifici abitativi e commerciali, dove il calore prodotto aiuterebbe a riscaldare gli appartamenti e altri ambienti.

Può sembrare un'idea balzana, e i problemi da risolvere non mancherebbero, però ha senso: le server farm, o data center, assorbono ogni anno miliardi di watt in tutto il mondo, che in buona parte finiscono per trasformarsi in calore. Un problema che fa aumentare i costi e i consumi energetici, perché bisogna investire in sistemi di raffreddamento – enormi impianti di condizionamento. Ecco perché i data center sono tra le strutture meno efficienti al mondo, con uno spreco energetico che può raggiungere anche il 90%.

impianti riscaldamento

Riscaldamento a data center?

È abbastanza ovvio quindi cercare un modo più intelligente di gestire il problema, e quella del riscaldamento potrebbe essere la strada giusta. Trasportare il calore però è difficile e costoso, ed è qui che entra Cloud & Heat, che pensa di posizionare piccoli data center – che lavoreranno in parallelo tra loro – in edifici commerciali.

A questo punto basta collegare il circuito raffreddamento a quello dell'acqua calda, e i benefici raddoppiano: da una parte calano i costi di gestione del data center, e dall'altra c'è abbondanza di acqua calda da usare per il riscaldamento e sanitari. Per i proprietari degli edifici c'è solo il costo d'ingresso, per pagare una sala dati che soddisfi tutti i requisiti necessari. Dopodiché l'acqua calda è gratis e i costi di gestione sono a carico di Cloud & Heat Technologies. Una volta che il sistema è a regime, entrambe le parti risparmiano e soprattutto consumano meno energia – riducendo così l'impatto ambientale.

KEEDOX HD Media Box Player KEEDOX HD Media Box Player
Zyxel NSA325v2 NAS-Server Zyxel NSA325v2 NAS-Server

È l'uovo di colombo del cloud computing e potrebbe fare davvero una grossa differenza se applicato su larga scala. Se anche Cloud & Heat non dovesse fare scuola, comunque resta la necessità di affrontare il problema: stando al video promozionale di Cloud & Heat "cloudlandia" è già il quinto paese per assorbimento energetico, tra il Giappone e l'India; visto e considerato che il consumo non può che aumentare nel tempo, sarà meglio che c'inventiamo qualcosa per tenere a bada questo famelico mostro affamato di energia. E se nel frattempo possiamo anche scaldarci la casa gratis, perché non farlo?